Alberi sui fili e guasti, in centinaia senza luce

Colpite Mesenzana, Brissago Valtravaglia, Luino e Bodio Lomnago. Allagamenti a Milano. Confermata l'allerta arancio

Avarie

Alberi sui fili elettrici, sistema ferRoviario rallentato, allagamenti a Milano.  Un inizio in salita quello di oggi, lunedì 21 ottobre, per via del maltempo che sta flagellando l’intera regione.

LUCE – Mattinata difficile per i tecnici Enel che sono dovuti intervenire in diversi punti della provincia per mancanze nell’erogazione dell’energia elettrica. Di prima mattina lettori segnalavano problemi seri a Mesenzana e Brissago Valtravaglia «per almeno sei ore», scrive Laura a Varesenews.

Invece nel pomeriggio sempre di oggi, si segnalano problemi attorno alle 14.30 per una cinquantina di utenze a Luino, in via Lugano. Sempre nel primo pomeriggio sono oltre 300 invece le utenze rimaste al buio a Bodio Lomnago, nella via Rogorella, per alberi caduti e rovinati sui fili.

TRENI – I disagi causati dal maltempo non si fermano nella giornata di oggi alla sola interruzione dell’energia elettrica poiché sono partiti all’alba con seri problemi sulle linee ferroviarie, in tilt prima delle 7 alla stazione Domodossola, Milano. Ancora qualche ritardo sulla Milano-Domodossola nel primo pomeriggio. Il ramo di Ferrovie Nord è ad ora regolare, compreso il Malpensa Express: gli occhi rimangono incollati al cielo, in attesa delle ulteriori attese precipitazioni previste.

FIUMI E MILANO – Sempre Milano è stata duramente colpita dagli allagamenti derivati dalle forti piogge abbattutesi sulla città e che hanno fatto ingrossare il fiume Seveso, vicino all’esondazione – è alla cosiddetta ‘soglia di attesa 2’ – con diverse zone a rischio, in particolare la 2 e la 9: i quartieri Isola, viale Zara e piazzale Istria. Moltissimi gli interventi dei vigili del fuoco e della polizia locale per sottopassi e scantinati allagati, mentre in tante strade e piazze si sono accumulati diversi centimetri di acqua..

Confermata dal Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia l’allerta arancione già diramata ieri. Per questo resta attivo il Centro operativo comunale (C.O.C.) al fine di monitorare il livello dei fiumi Seveso e Lambro fino alle prime ore di domani mattina quando la situazione dovrebbe gradualmente tornare alla normalità. Infatti, dopo una breve pausa in queste ore, nel corso della giornata di oggi, a partire dal pomeriggio e per tutta la notte, è prevista una nuova intensificazione delle precipitazioni.

L’allerta meteo prevede il costante monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di Protezione civile e delle pattuglie della Polizia locale. Anche la squadra del Servizio idrico MM sarà pronta a intervenire in caso di necessità.

Per restare aggiornati sulle allerte per rischio idrogeologico l’Amministrazione ha sviluppato un servizio on line gratuito e veloce con cui i cittadini possono essere rapidamente avvisati sulle allerte diramate dalla Regione Lombardia (Codice giallo, arancione o rosso per rischio idraulico o temporali forti), sul raggiungimento delle soglie di attenzione ed esondazione del torrente Seveso e del fiume Lambro, sul rientro alla normalità della situazione e sui comportamenti da adottare in questi casi.

L’obiettivo è quello di avvisare contemporaneamente e tempestivamente tutti coloro che possono essere interessati, con alcune ore di anticipo in caso di allerta meteo e al momento dell’avvicinamento dell’evento critico, ovvero al superamento delle soglie di criticità del Seveso e del Lambro. Tali modalità di comunicazione vanno da oggi ad aggiungersi alle informazioni diramate a mezzo stampa, social e attraverso le squadre della Protezione civile.

Questo sistema di allerta prevede una registrazione on line nella quale l’utente può segnalare uno o più indirizzi di suo interesse (dal domicilio, alla sede di lavoro, alla scuola dei figli) per essere avvisato in caso di problemi su un’area che frequenta abitualmente. Inserendo nell’iscrizione l’indirizzo mail o il numero di telefono si ha la possibilità di attivare diversi canali di comunicazione: email, chiamate telefoniche registrate che vengono attivati in base al tipo e al livello di criticità e in base agli indirizzi di interesse registrati dall’utente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore