Alla Camera la canzone dei ragazzi delle medie

Gli studenti raccontano l'esperienza a Roma. “Energia Pulita” è il titolo del brano che ha vinto il primo posto al concorso nazionale di “Immagini per la Terra”

scuola fermi ispra camera dei deputati

«Vogliamo utilizzare energia pulita per non sprecare le nostra vita!» Queste le belle parole che i ragazzi della scuola media di Ispra hanno avuto l’onore di cantare alla Camera dei Deputati lo scorso lunedì 25 novembre. 

Non si tratta di un semplice slogan ma di un vero e proprio ritornello di una canzone, dal titolo “Energia Pulita”, che ha catturato l’attenzione di una giuria specifica e ha permesso ai ragazzi di guadagnarsi il primo posto al concorso nazionale di “Immagini per la Terra” dal titolo “Energia in  Classe A”.

Con i compagni di scuola più grandi (classe 2005), che invece hanno realizzato un pannello tecnologico in cui è riprodotta l’Europa illuminata da tante piccole luci led rappresentanti tutte le fonti rinnovabili, lo scorso anno i ragazzi dell’attuale terza b avevano scritto il testo e la musica della canzone, seguiti nel progetto dai professori Simona Bosia, Carlo Vittigni, Chiara Tognoli, Nicoletta Boselli e Davide Rabozzi.

Vincitori del primo premio nella rispettiva categoria di età, i ragazzi dell’Istituto Enrico Fermi di Ispra hanno così avuto la possibilità di poter suonare la loro canzone nell’aula di Palazzo Montecitorio in occasione della cerimonia di premiazione del concorso. Quello della terza b è stato un ottimo esempio di come i giovani possono sensibilizzare i più grandi, persino i politici, riguardo una tematica sempre più sentita.

«Stavamo facendo lezione – racconta Benedetta, studentessa della classe vincitrice -, quando la professoressa Tognoli è arrivata in classe e ci ha detto che avevamo vinto il concorso. Siamo esplosi di gioia e abbiamo esultato».

«Eravamo molto contenti anche perché saremmo poi andati in gita a Roma per la cerimonia, e così abbiamo pure perso qualche ora di scuola – aggiunge scherzando Edoardo -. Verso fine febbraio, in occasione del Friday For Future, abbiamo iniziato a scrivere la canzone assieme al nostro professore di musica, Davide Rabozzi, ma a essere onesti non ce lo aspettavamo di poter vincere questo concorso nazionale».

Come spiegato da Sara, i ragazzi classe 2006 si sono occupati della parte più artistica e creativa del progetto dedicandosi soprattutto alla scrittura collettiva del testo della canzone “Energia Pulita”. «Lezione dopo lezione – aggiunge – abbiamo cercato di migliorare sempre di più il testo che è stato scritto dall’intera classe, e piano piano, siamo arrivati alla versione definitiva che abbiamo poi cantato alla Camera dei Deputati». «Che emozione essere accolti a Roma – commentano invece Fabio e Piergiorgio – dopo aver aperto la cerimonia abbiamo anche avuto la fortuna di poter assistere a una lezione del professore Valerio Rossi Albertini che ci ha parlato di nuove fonti rinnovabili e sostenibili».

Anche grazie a queste esperienze i ragazzi hanno acquistato una maggiore sensibilità e hanno incominciato a modificare le loro abitudini, nel rispetto dell’ambiente. «Non solo facciamo la raccolta differenziata a casa e a scuola – spiega Sofia – Insieme a Legamabiente siamo andati al lago (Maggiore, ndr) e abbiamo fatto dei lavori di pulizia! A volte capita che siamo ancora un po’ superficiali e dovremmo impegnarci sempre di più ma adesso abbiamo una grande curiosità e attenzione verso nuovi metodi per non sprecare l’acqua o ridurre la plastica».

«I soldi del premio saranno rinvestiti in progetti ambientali legati alla scuola – sottolineano le professoresse Tognoli e Boselli al termine dell’ora passata in classe assieme ai ragazzi -. Vorremmo però ribadire che tutte le scuole dell’istituto comprensivo di Angera di impegnano in progetti ambientali come Green School o, come già detto dai ragazzi, con Legambiente».

di
Pubblicato il 12 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore