“Aggredito in via Como, quella strada fa paura”

Un nostro lettore ci scrive per segnalare un brutto episodio di cui è stato vittima lunedì sera e chiede un presidio che garantisca la sicurezza dei cittadini

Generico 2018

Il nostro lettore Marco, da Varese, ci scrive per denunciare un brutto episodio che gli è accaduto lunedì sera a Varese.

«Nella serata di lunedì alle 20.30 circa sono stato “aggredito” in via Como a Varese da un folle a petto nudo con due tagli (autoinflitti) sul petto e con in mezzo ai pantaloni un coltello da cucina con il quale ha tentato di accoltellarmi – racconta Marco – La Polizia di Stato è intervenuta rapidamente arrestando il delinquente».

«La cosa più grave? Sembrerebbe che la telecamera di fronte all’ingresso del negozio di kebab non sia funzionante! – prosegue il lettore –  Ogni sera torno da Milano e devo attraversare quella via, credo sia assurdo che, alla luce dei fatti che accadono frequentemente in quella zona, non ci sia un presidio permanente di forze dell’ordine che possano garantire la sicurezza dei cittadini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mtn

    A proposito dell’aggressione in via Como: “La telecamera installata e ora risultata non funzionante non era un vanto di questa amministrazione?”
    E pensare che siamo in prossimità di scuole dell’infanzia e primarie e palestre frequentate da bambini che escono anche la sera quando è buio.
    Bla, bla, bla…….
    Complimenti a chi li merita.

Segnala Errore