La Guardia di Finanza di Como sequestra 25mila mascherine con il marchio CE contraffatto

I 500 cartoni, ciascuno contenente 50 mascherine, presentavano una marcatura “CE” non regolarmente rilasciata. La merce è stata sequestrata

Generico 2018

Un carico di 25mila mascherine di origine cinese, proveniente dal Belgio è stato sequestrato alla dogana italo-svizzera di Ponte Chiasso.

Nelle scorse ore, nell’ambito del piano di azione Emergency operation stop, disposto dall’Organizzazione mondiale delle dogane, funzionari del Servizio antifrode della Sezione operativa territoriale di Ponte Chiasso e militari della Guardia di finanza del Gruppo di Ponte Chiasso hanno sottoposto a controllo una partita di merce costituita da 25mila mascherine di tipo FFP2, di origine cinese, proveniente dal Belgio e destinata a una società italiana.

I controlli hanno permesso di accertare che i 500 cartoni, ciascuno contenente 50 mascherine, presentavano una marcatura “CE” non regolarmente rilasciata. La merce è stata sequestrata per violazione degli articoli 470 del Codice penale (vendita o acquisto di cose con impronte contraffatte di una pubblica autenticazione o certificazione), 517 (vendita di prodotti industriali con segni mendaci) e 515 (frode nell’esercizio del commercio).

Il piano di azione Emergency operation stop, scattato a seguito dell’emergenza sanitaria mondiale da Covid-19, è coordinato dall’Organizzazione mondiale delle dogane con lo scopo di contrastare le spedizioni sospettate di riguardare il commercio e la circolazione di prodotti farmaceutici contraffatti, illegali, non autorizzati e sub standard, che costituiscono un rischio per la salute e la sicurezza dei destinatari finali.

«Il risultato conseguito dall’operazione – si legge in una nota della Guardia di finanza comasca – testimonia il costante impegno dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e della Guardia di finanza, che in modo sinergico operano per contrastare i traffici illegali al confine, a tutela della salute pubblica, ancor più in questa delicata fase di emergenza internazionale di rischio sanitario».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore