Quantcast

Senzatetto in ospedale, Fratelli d’Italia scrive a Gallera

La presenza di persone estranee, i bivacchi e le aggressioni verbali sono "indice dello stato di degrado" in cui sta cadendo il Sant'Antonio Abate. "Presenteremo anche una mozione al sindaco Cassani"

gallarate generico

Fratelli d’Italia di Gallarate prende carta e penna e scrive all’assessore Giulio Gallera. Al centro la situazione dei senzatetto all’ospedale cittadino, al centro di nuove segnalazioni ed episodi problematici. Una situazione incancrenitasi nel tempo: il partito di Giorgia Meloni parla «di un forte aumento della presenza “abusiva” di senzatetto che dormono e bivaccano all’interno dei reparti e dell’area sotterranea». Per FdI è «indice dello stato di degrado in cui sta cadendo il nosocomio cittadino».

«La presenza di clochard pone innanzitutto un problema di ordine pubblico e sicurezza» si dice nella lettera, che è indirizzata anche al sindaco Andrea Cassani. «Diversi sono infatti gli episodi a sfondo violento come liti tra gli stessi senzatetto, aggressioni a personale medico e paramedico, molestie verbali a utenti e furti ai danni dei degenti. In secondo luogo vi è un problema igienico-sanitario in quanto questi individui vagano in aree sensibili quali radiologia, oncologia e rianimazione a volte anche in stato di ebrezza». Dal punto di vista igienico-sanitario, poi, viene sottolineato come la presenza di persone non controllate sia un pericolo ulteriore in periodo di emergenza Coronavirus.

«Diverse le denunce fatte e gli esposti presentati agli organi preposti, interessando anche la Procura della Repubblica» continua la lettera inviata dal dirigente provinciale FdI Stefano Romano. La vigilanza interna funge da deterrente temporaneo in quanto gli addetti non godono dei poteri necessari oltre a essere sottorganico rispetto alle reali esigenze. Le denunce fatte dalle rappresentanze sindacali e dagli organi interni di Sicurezza e Salute sulle condizioni igienico-sanitarie non hanno prodotto alcun risultato significativo. Anche il controllo all’ingresso della struttura ospedaliera presenta forti limitazioni. Gli sgomberi forzati ad opera dalle Forze dell’ordine, chiamate a intervenire nei casi più estremi, si sono dimostrati non risolutivi».

La lettera a Gallera e a Cassani non è però l’unica mossa di Fratelli d’Italia. «A breve – dice il consigliere comunale Giuseppe De Bernardi Martignoni – presenterò una mozione per impegnare il Sindaco nel richiedere una convocazione del comitato provinciale Sicurezza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore