“Caccia” al lavoro a Malpensa e nella logistica, è il Job day a Gallarate

La "caccia" è quella dei lavoratori che cercano un posto, ma anche quella delle aziende che in alcuni ambiti faticano a trovare manodopera. A Gallarate selezione concentrata soprattutto su un lavoro, quello in aeroporto, meno ricercato che in passato

Un tempo – non molti anni fa , in fin dei conti- si sarebbe detto che le persone qui venivano a caccia di un posto di lavoro. Ma ora, almeno nelle zone più dinamiche del Nord Italia intorno a Malpensa, la realtà ha due facce: uomini e donne in cerca di un posto di lavoro, ma anche aziende in cerca di figure per coprire le posizioni aperte e per cui (almeno in alcuni casi) si fa fatica a trovare addetti, per tanti fattori diversi. Insomma: la “caccia” è reciproca.

A Gallarate il “Job day”
– promosso dal Centro per l’impiego e Adecco Malpensa, in collaborazione con lo sportello InformaGiovani cittadino – ha portato oltre 150 a presentarsi per candidarsi per un posto di lavoro. Tra le ventotto aziende che cercano personale (vere posizioni aperte, figure che mancano in organico) la parte del leone la fanno quelle dell’aeroporto di Milano Malpensa. Poi ci sono altre grandi società attive nella logistica, ma ci sono anche la gelateria e il bar locali che cercano addetti.

«Il tasso di disoccupazione in provincia oggi è al 6,6%, a livello fisiologico» dice Francesco Maresca, responsabile servizi del Settore Lavoro della Provincia. Il problema non è tanto la disoccupazione, ridotta appunto al lumicino: «Oggi il problema è il matching». Vale a dire far incontrare domanda e offerta del lavoro, coniugare le esigenze delle aziende e le aspirazioni dei lavoratori, tanto più in un periodo in cui – soprattutto tra i giovani – emergono nuove priorità, non solo la retribuzione.

Attraverso lo studio For matching la Provincia ha fatto una analisi triennale dell’intero contesto, in un territorio con molte specificità. «Tra le aree più in sofferenza abbiamo ristorazione e turismo, a cui dedicheremo il job day del 14 maggio a Varese, con tutti centri provinciali. E poi c’è Malpensa, che ha forti stagionalità che richiedono personale, ma che da un po’ di tempo ha perso appeal».

La scarsa appetibilità del lavoro in aeroporto è (o è stato) un tema significativo, post-pandemia, in mezza Europa. Di certo rimane un ambiente di lavoro che – tra turni su orari anche notturni e nel weekend – chiede molto e in cui non mancano anche gli “attriti” tra aziende e lavoratori.
Eppure a raccogliere le impressioni di chi si è presentato al “Job day” alle Scuderie Martignoni – messe a disposizione dal Comune – l’idea di lavorare in aeroporto piace ancora, anche per il contatto con un ambiente internazionale, anche se le retribuzioni rispetto al passato sono meno significative.

job day gallarate

Su 166 persone che si erano prenotate, 116 si sono dette disponibili per il lavoro a Malpensa; 31 hanno specificamente indicato tra le priorità il lavoro aeroportuale, al secondo posto dopo la logistica e trasporti (53) e la ristorazione (38). Sempre considerando l’insieme complessivo delle persone, 102 hanno dato la disponibilità per part-time, 65 per il lavoro nei weekend, 55 per il lavoro notturno: elemento questo appunto centrali soprattutto in ambito aeroportuale ma anche nella logistica e trasporti.

La giornata di Job Day prevedeva “slot” prenotabili dalle persone che si accostavano, a ogni ora era previsto «un momento conoscitivo delle offerte di lavoro e dei servizi del Centro per l’Impiego – spiega Giovanna Quadrelli, responsabile del Centro di Gallarate – e poi con colloqui con i nostri selezionatori e con i selezionatori di Adecco». Un canale specifico e uno spazio riservato sono previsti per il collocamento mirato di persone con disabilità.

centro impiego gallarate

La modalità dei job day è stata introdotta dai centri per l’impiego di recente, «un incontro domanda-offerta in modalità più innovativa, anche in collegamento con altri soggetti, come Adecco, con agenzie accreditate e con gli enti bilaterali del commercio» spiega ancora Maresca. Che sottolinea come il ricorso alle modalità formali di recruiting (attraverso pubblico o privato, Centro per l’Impiego o Agenzia) consente una «selezione propedeutica che alza la qualità dell’inserimento».

gallarate generico

Un precedente passaggio con la modalità Job Day era stato fatto a Tradate – con focus sul manifatturiero, industria plastica – mentre il prossimo appuntamento è quello di maggio su turismo e ristorazione.

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Pubblicato il 28 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.