Ladri di biciclette, una donna li vede, i Carabinieri li acciuffano

I militari hanno restituito le biciclette ai legittimi proprietari e hanno trattenuto i due malviventi in camera di sicurezza

carabinieri generiche

Allertati da una donna del luogo che ha assistito al furto di due biciclette presso il parcheggio della stazione ferroviaria, fornendo la descrizione dei ladri, i  Carabinieri della Stazione di Parabiago hanno inseguito e bloccato due cittadini marocchini, entrambi pregiudicati, di 50 e 41 anni.

I due, dopo aver tagliato i lucchetti con una tronchese, hanno pedalato a perdifiato per le vie del paese e, a fronte della pronta reazione delle pattuglie dell’Arma, hanno concluso la loro rocambolesca fuga nel raggio di poche centinaia di metri.

Il “ciclista” più anziano ha desistito presto, mentre quello più giovane, abbandonata la bicicletta in mezzo alla strada, ha inutilmente tentato di confondersi fra i passanti, venendo bloccato dai Carabinieri dopo pochi passi.

I militari hanno restituito le biciclette ai legittimi proprietari e hanno trattenuto i due malviventi in camera di sicurezza, in attesa che rispondano di furto aggravato.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.