Tre milioni e mezzo di euro per il vino lombardo

Lo stanziamento deliberato dalla Giunta regionale servirà a promuovere le produzioni lombarde sui mercati esteri

vino dei ronchi varesini

La Giunta regionale ha stanziato 3,4 milioni di euro per la promozione del vino sui mercati dei paesi esteri (campagna 2016/2017). Ne potranno beneficiare le organizzazioni professionali e interprofessionali, i Consorzi di tutela vini a denominazione d’origine, produttori vitivinicoli singoli o associati e loro organizzazioni. «Con questa misura – ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Gianni Fava – desideriamo sostenere le iniziative di promozione del vino sul mercato dei Paesi Terzi, rafforzando la presenza del vino lombardo di qualità a livello internazionale». (nella foto Franco Berrini produttore di vino ad Angera) 

AZIONI – Progetti di promozione dei vini lombardi rivolti a un nuovo paese terzo, o a un nuovo mercato del paese terzo: per
nuovo paese terzo si intende uno Stato al di fuori dell’Unione Europea dove il beneficiario, nel corso dell’attuale periodo di
programmazione, non ha realizzato azioni di promozione con il contributo comunitario. Per nuovo mercato del paese terzo si
intende un’area geografica situata nel territorio di uno Stato extra Ue nel quale il beneficiario non ha realizzato azioni di
promozione con il contributo comunitario, nel corso dell’attuale periodo di programmazione.

TIPOLOGIA DEL CONTRIBUTO – Il contributo massimo ammissibile per beneficiario è pari a 600 mila euro e potrà essere aumentato in caso di disponibilità di budget, fermo restando gli esiti dell’istruttoria e la percentuale di contributo massimo del 50% sulla spesa ammessa, nonche’ una riserva di fondi per i progetti multiregionali pari a 250 mila euro, di cui 125 mila euro per i progetti multiregionali, di cui Regione Lombardia è capofila.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore