In vendita le stelle di natale di AIL per sostenere l’ematologia

In 14 anni di attività, i volontari hanno donato 2,5 milioni di euro per investimenti su personale, strumentazioni e servizi. La vendita nella hall del monoblocco tra il 3 e il 6 dicembre

vendita stelle di natale

Dal 2004, anno in cui venne fondata dallo storico presidente Gianfranco  Mombelli, Ail Varese ( associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma) ha sempre dimostrato attaccamento al reparto di ematologia dell’ospedale cittadino.

In questi anni, oltre due milioni e mezzo di euro sono stati portati dai volontari al reparto investendo su personale, strumentazioni e servizi. Un lavoro costante di raccolta fondi che il direttore generale dell’Asst Sette Laghi Callisto Bravi ha voluto pubblicamente valorizzare alla vigilia della nuova campagna natalizia legata alla “stella di Ail”.

Dal prossimo 3 dicembre e sino al 6, i volontari dell’associazione venderanno le tradizionali piantine natalizie nella hall del monoblocco. Contemporaneamente, grazie al coinvolgimento degli studenti del corso commerciale di Enaip saranno anche al mercatino di Casbeno,  per poi “invadere” tutte le piazze nei tre tradizionali giorni di vendita tra il 7 e il 9 dicembre.

Dal rilancio dell’ematologia, con la ristrutturazione del reparto di degenza al sesto piano del Circolo nel 2016 e la realizzazione del day center che risale al 2011, l’associazione di pazienti e parenti ha sempre fatto sentire il suo appoggio. In particolare con borse di studio e contratti libero professionali per biologi, ematologi, data manager anche sostenendo i contratti extra degli specializzandi. Una somma del valore di circa 200.000 weuro ogni anno.

«E’ anche grazie ad AIL se l’Ematologia varesina ha registrato negli ultimi anni una crescita continua. Per dare un’idea, nel 2017 sono state somministrate 3400 terapie ai pazienti ematologici in regime di Day Hospital e negli ultimi due anni sono stati eseguiti 53 trapianti di cellule staminali emopoietiche in degenza – commenta il Prof. Francesco Passamonti, Direttore dell’Ematologia–Tra il 2015 e il 2017 è stato registrato un incremento pari al 40% per l’attività ambulatoriale. A crescere è anche l’indice di complessità dei ricoveri. Grazie poi alle strumentazioni di biologia molecolare all’avanguardia acquisite sempre grazie ad AIL Varese Onlus, i biologi hanno messo a punto una metodica di studio molecolare che consente di studiare la genomica delle leucemie acute e croniche».

I fondi sono serviti dunque per acquisire nuove strumentazioni ma anche per proporre un servizio di trasporto ai pazienti: «L’appello che vogliamo rivolgere a tutta la provincia di Varese oggi è quello di scegliere una delle nostre Stelle di Natale. Grazie ai fondi raccolti, AIL Varese potrà continuare a essere vicina ai suoi malati e alle famiglie, anche fornendo servizi utili come quello già attivo per l’accompagnamento dei pazienti dal domicilio all’Ospedale. Un semplice passaggio in auto ma che diventa prezioso quando si affronta una malattia importante e che coinvolge tutta la famiglia – dice Cristiano Topi, Presidente di AIL Varese – Tra i volontari e fondatori di AIL Varese Onlus, i gruppi Alpini delle Sezioni di Varese e Luino, e tanti ex pazienti con amici e familiari».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.