La ciclabile stazioni-lago prende forma

Pochi sanno che i lavori sulla ciclopedonale Stazioni-Lago sono andati, nel frattempo, a passo molto spedito: ecco le foto, e i prossimi passi raccontati dall'assessore Civati

La Ciclabile Stazioni - Lago prende forma

Senza troppi clamori, un percorso ciclopedonale sta prendendo forma tra Casbeno e Capolago, e prova a candidarsi come prossima meta del weekend dei varesini.

Galleria fotografica

La Ciclabile Stazioni - Lago prende forma 4 di 7

Tutti parlano infatti, nel bene o nel male, della “ciclabile di via XXV Aprile”.  Ma come già vi abbiamo ricordato all’epoca, quello non è che un piccolo tratto urbano di una ciclopedonale che vuole collegare il centro della città, e le sue stazioni, alla apprezzatissima ciclabile del lago, ormai da anni meta favorita dei varesini.

Comincia da Casbeno la ciclabile Stazioni-Lago

Così, mentre infuriano le polemiche in centro, pochi sanno che i lavori sul resto della ciclabile sono andati, nel frattempo, a passo molto spedito: gran parte del percorso che da Casbeno va a Capolago è completata, come dimostrano le foto che abbiamo scattato in questi giorni.

«In effetti è così – conferma l’assessore all’urbanistica Andrea Civati – E, anche se non è conclusa è già percorribile, perchè realizzata su strade già esistenti. La ciclopedonale infatti, tranne in alcuni piccoli tratti, ha semplicemente riadattato delle strade tra i campi».

Un punto però ha ancora delle parti importanti da sistemare: «Si tratta della zona finale, quella verso Capolago – spiega Civati – Lì manca ancora l’asfaltatura, che verrà realizzata con asfalto ecocompatibile e con una colorazione che si integri con il paesaggio rurale». Per il resto, mancano solo particolari di sicurezza o contorno, come «Staccionate in legno o guardrail, e la segnaletica verticale».

La segnaletica che segnala il sentiero come parte della Francisca però  c’è già: «Quella però è stata una delle prime azioni che abbiamo messo in atto: proprio per definire da subito l’appartenenza di quelle strade a quel cammino».

La Ciclabile Stazioni - Lago prende forma

UN PERCORSO SUGGESTIVO, ANCHE PER I PEDONI

La parte di ciclopedonale realizzata è quella considerata, fin dal suo progetto, più turistica. E lo è malgrado il dislivello tra il centro città e il lago: «Il percorso sfrutta la parte piu dolce della discesa, sfrutta il naturale declivio della collina: non ha nulla a che vedere, per intenderci, con via Daverio. E’ chiaro comunque che ci sono dei pezzi un po’ piu ripidi, ma sono molto contenuti, e sono tutti concentrati nella parte subito sotto a Casbeno».

In compenso «Il panorama che si gode da quel tratto è pazzesco, e inaspettato – segnala Civati – Del resto questo, come già la ciclabile del lago, è un percorso che può essere anche e soprattutto pedonale: un modo alternativo per conoscere il territorio della nostra città».

Per goderselo in sicurezza basta attendere ancora un mesetto: la fine dei lavori, secondo i cartelli esposti sul percorso, è prevista per il 28 febbraio, ma il comune assicura che sarà tutto concluso prima di quella data.

Ciclabile Stazioni-lago: dove passerà e come

VELOSTAZIONI: LE PIU’ IMPORTANTI NOVITA’ PER I CICLISTI ARRIVANO TRA POCO

Per i ciclisti le novità più importanti partiranno invece nelle prossime settimane: «I prossimi lavori in arrivo sono le due velostazioni a Casbeno e alle Nord – conclude l’assessore –  Saranno delle velostazioni moderne, di quelle che permettono una seria custodia, e non un semplice appoggio, alle biciclette. I lavori stanno per partire. La terza velostazione, che è anche la più grande, quella delle Ferrovie dello Stato, arriverà invece più avanti».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Ciclabile Stazioni - Lago prende forma 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore