L’estate in ospedale: chiusi 170 letti

L'Asst Sette Laghi ha approvato il piano ferie del personale. Al Circolo, Del Ponte e Galmarini le principali contrazioni di posti

monoblocco ingresso

Riduzione progressiva dei posti letto negli ospedali per garantire le ferie al personale. Anche quest’anno,  Asst sette Laghi e sindacati hanno approvato il piano ferie che, di fatto, porta a una riduzione dell’attività ordinaria delle corsie per far fronte al minor numero di personale.

« Abbiamo approntato un piano che limita al massimo la riduzione dei letti per mantenere adeguata l’operatività – spiega il direttore sanitario Lorenzo Maffioli – Le chiusure sono necessarie per le carenze del personale infermieristico. Ricordo che si sta svolgendo il concorso per nuove figure da inserire ( mancano almeno 30 figure). Entro breve, dunque, dovremmo rinforzare il comparto con nuove assunzioni».

Nei tre mesi estivi, l’ospedale di Circolo, insieme al Del Ponte e a Cuasso, scenderà dai normali 1005 letti a 905 a giugno, 880 a luglio e 870 ad agosto. A settembre le attività riprenderanno gradualmente sino alla riapertura di 955 letti che saliranno a 1013 a ottobre, con un potenziamento della Day Surgery polispecialistica del Del Ponte. ( lo scorso anno erano stati chiusi 133 letti)

Le aree di chiusura sono abbastanza trasversali: 6 letti in Medicina 1, 11 in pneumologia, 4 in otorinolaringoiatria, 12 nella chirurgia clinica , 22 letti tra cardiologia, chirurgia oncologica e urologia.
Al polo della donna e del bambino riducono la capacità ricettiva la neonatologia ( 6 letti) , la terapia intensiva neonatale ( 3 letti) e la ginecologia ( 14 letti). La pediatria sarà ridotta di 4 posti nei mesi di luglio e agosto ma a settembre ritornerà a pieno regime.

L’ospedale Ondoli di Angera non chiuderà per ferie: ad eccezione della Day Surgery che verrà sospesa durante la settimana di Ferragosto, non sono previste chiusure.

Al Pia Luvini di Cittiglio il piano ferie prevede la chiusura di 6 letti chirurgici , 4 ginecologici oltre alla sospensione dell’attività di chirurgia in giornata dal 12 al 16 agosto.

Al Confalonieri di Luino la chirurgia funzionerà a pieno regime dal lunedì al venerdì e sarà ridotta di 4 letti nei fine settimana. Saranno chiusi nei tre mesi estivi 8 posti letto di riabilitazione e subacuti.

Al Galmarini di Tradate si fermerà la week hospital per tutto il mese di agosto così come la Day Surgery,  mentre la medicina, nei tre mesi di giugno luglio e agosto, ridurrà di 7 letti la sua capacità e così farà la ginecologia che tra agosto e metà settembre chiuderà 7 letti.  Anche la pediatria scenderà da 10 a 8 letti dal primo luglio a metà settembre.

«La situazione è delicata. E solo per mancanza di personale – commenta Francesco Tucci delegato RSU di Fials – occorrerebbe una riorganizzazione per gestire in modo più razionale e armonico la complessa macchina aziendale. Noi abbiamo fatto un piano orario e l’abbiamo sottoposto al direttore Bonelli. Magari riusciremo ad aggiustare qualche situazione ormai non più sostenibile».

Nessuna riduzione è prevista, come è normale, per i diversi pronto soccorso che lavoreranno a piano regime anche se, la riduzione delle attività nei reparti, sarà destinata ad avere conseguenze. Sono ancora da completare i turni di lavoro del personale medico, che non si riesce a trovare: « Stiamo completando l’organizzazione dei mesi di luglio e agosto – commenta il direttore sanitario – abbiamo fatto ricorso all’area a pagamento per prestazioni che vanno oltre il proprio orario di lavoro. Le risposte che ci sono arrivate sono buone».
Un puzzle di turni e incarichi complicato, in attesa che si decida il futuro di questo delicato e prezioso reparto gestito attualmente da un facente funzioni dopo le dimissioni sorprendenti del primario Chiaravalli. 

di
Pubblicato il 27 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore