Freddo e cime innevate, arriva il momento dell’ordinanza neve

Le gomme da neve, o le catene a bordo dell'auto contraddistinguono ogni anno la scadenza del 15 novembre. I consigli di Anas

Avarie

Dodici novembre: limite neve 1000 metri, minime fino a 2 gradi. Tradotto: mancano tre giorni al rito annuale delle dotazioni invernali per le auto.

Sempre più automobilisti hanno abbandonato le catene per montare gli pneumatici termici meglio noti come “gomme da neve”.

I gradi sono importanti, poiché anche al di fuori delle nevicate più o meno abbondanti, l’uso di questi dispositivi – dotati di speciali scanalature nel disegno del battistrada che garantiscono una maggiore tenuta in caso di fiocchi – è vivamente consigliato sotto a temperature di 7 gradi.


Quindi ci siamo, anche alla luce delle scadenze di legge che corrispondono al 15 novembre, data ricordata da Anas e che fino al 15 di aprile impone particolari accortezze per l’auto (appunto catene a bordo corrispondenti alla grandezza della ruota, o pneumatici invernali montati).


I PERIODI – Anas ricorda infatti che “dal 15 novembre al 15 aprile è in vigore l’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali su alcuni tratti delle strade statali della Lombardia maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio durante la stagione invernale”.

LE STRADE STATALI LOMBARDE – Lungo la statale 42 “del Tonale e della Mendola” gli obblighi sono già in vigore dal 1° ottobre (fino al 30 aprile) fra Edolo, al km 118,700 e il Passo del Tonale, al km 147,850, e dal 1° novembre fra Berzo Demo, al km 105,980, e Edolo, al km 118,700.
Sulla SS 39 “dell’Aprica” fra il km 0 e il km 29,080, l’obbligo è invece in vigore dal 1° novembre e terminerà il 30 aprile 2019, così come sulla SS 591 bis “Cremasca”, dove le prescrizioni sono istituite fra Grassobbio, al km 2,200 e Zanica, al km 5,400.
Nel dettaglio, l’obbligo in vigore dal 15 novembre interesserà la strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga” da Trivio del Fuentes (km 96,700) al confine di Stato (km 149,560), la SS 36 Racc “Raccordo Lecco-Valsassina” da Lecco (km 0) a Ballabio (km 9,015), la SS 37 “del Maloja”, da Chiavenna (km 0) al confine di Stato (km 10), la SS 38 “dello Stelvio” da Trivio del Fuentes (km 0,900) a Bagni Vecchi (km 106,500), la SS 38 dir A “dello Stelvio” da Tirano (km 0,000) al confine di Stato (km 1,700), la SS 38 Var/A “Variante di Bormio” da Valdisotto, frazione Santa Lucia (km 0) a Valdisotto, frazione Oga (km 1,335), la SS 38 Var “Variante di Morbegno” da Colico (km 0) allo svincolo di Tartano (km 18,200), la SS 233 “Varesina”, da Varese (km 53,850) al confine di Stato (km 72,116), la SS 344 “di Porto Ceresio”, da Induno Olona (km 2,918) a Porto Ceresio (km 12,862), la SS 712 “tangenziale Est di Varese”, dal ponte di Vedano (km 0) all’innesto con la statale 233 (km 8,810), la SS 394 “del Verbano Orientale” da Varese (km 3,450) a Gavirate (km 10).
Dal 15 novembre al 30 aprile l’obbligo sarà in vigore sulla SS 301 “del Foscagno” da Bormio (km 0) a Livigno (km 36,939).

GLI OBBLIGHI – L’obbligo è segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale e si estende al di fuori del periodo previsto in caso di precipitazioni nevose, formazione di ghiaccio o fenomeni di pioggia ghiacciata. Durante il periodo di validità del provvedimento i ciclomotori e i motocicli potranno circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di precipitazioni nevose in atto. Il provvedimento è emanato nel rispetto delle vigenti norme del Codice della Strada.

LE RACCOMANDAZIONI – Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore