“Così ho salvato il cucciolo di muflone nei boschi della Valcuvia“

Parla la veterinaria che è intervenuta qualche giorno fa per soccorrere il piccolo selvatico rimasto intrappolato

Avarie

Il piccolo muflone in difficoltà nei boschi tra Cittiglio e Brenta.

Due sportivi che lo notano e danno l’allarme. E una veterinaria, Lara Prandoni, anche lei sportiva che rinuncia alla gara per soccorrere l’animale ferito.

Sono gli ingredienti della storia a lieto fine consumatasi qualche giorno fa e di cui avevamo dato conto su varesenews.

Trovano un muflone in difficoltà nei boschi di Cittiglio, chiamano i soccorsi e lo liberano

Avevamo chiesto alla veterinaria intervenuta di spiegarci come erano andate le cose. Il ritrovamento è avvenuto grazie a due trail runner che hanno cercato di contattare le autorità e l’amica veterinaria, titolare della clinica veterinaria cittá di Varese «e che tra un turno e l’altro corro per le nostre montagne», racconta.

«Stavo andando a fare un gara ma ho fatto inversione di marcia e ho raggiunto il muflone. Una volta sedato, visitato, ho capito che non c’erano fratture ma era “solo” rimasto incastrato tra una pietra e un tronco..e non riusciva più a muoversi».

A quel punto «lo abbiamo liberato e trasportato in un pratone vicino..quindi somministrato un antidoto del sedativo…il muflone si é cosi risvegliato e dopo i primi passi barcollanti é tornato nel suo bosco. Molto probabilmente é scivolato e sfortunatamente rimasto incastrato in una trappola naturale».

Ma non è la prima volta che una situazione simile accade.

Le montagne del Varesotto in questa stagione brulicano di animali selvatici, ma anche di sportivi che praticano discipline come la corsa in montagna o il trekking.

Scendono di corsa dal Campo dei fiori e salvano un capriolo

Lo scorso 20 giugno due sportive scendendo dal campo dei Fiori hanno notato un animale in difficoltà che è stato soccorso e portato da un veterinario.

Anche in questo caso l’animale era un cucciolo, ma di capriolo.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore