Un esercito di mille sagome per spingere la Openjobmetis contro Trento

Un migliaio di tifosi ha aderito alla proposta de "Il basket siamo noi": per la partita con la Dolomiti (domenica 28, ore 18) il palazzetto sarà pieno di tifosi virtuali. Match fondamentale in chiave salvezza, ospiti in risalita e in forma

sold out di passione basket sagome tifosi pallacanestro varese

In una delle partite più importanti della stagione, la Openjobmetis non sarà sola. Per l’incontro tra i biancorossi e Trento (domenica 28, ore 18) infatti, sugli spalti della Enerxenia Arena “siederanno” 1.500 tifosi speciali: sono le sagome di cartone ideate da “Il basket siamo noi” in collaborazione con la società, personalizzate con i nomi dei tifosi in carne e ossa che hanno scelto di acquistare un “biglietto virtuale” per posizionare a Masnago il proprio “segnaposto”.

Sono un migliaio i supporters biancorossi che hanno aderito all’iniziativa che, va detto prosegue: chi volesse aggiungersi può comprare la propria sagoma attraverso il sito ufficiale della Pallacanestro Varese (a QUESTO LINK: va selezionato lo spazio chiamato “Sold out di passione”) e contribuire così a un colpo d’occhio speciale e inedito. Le sagome sono già state utilizzate da altre parti (a Sassari per esempio) ma quello di Varese è il primo caso in cui la loro presenza comporta anche un incasso a favore della società che è stimato in oltre 20mila euro.

«Sono stati giorni molto piacevoli, dal lancio dell’iniziativa a oggi – spiega il presidente de “Il basket siamo noi”, Umberto Argieri, impegnato con altri soci del trust nel montaggio del pubblico virtuale – Solo stamattina, sabato, è stata venduta un’altra trentina di sagome, ne abbiamo ancora circa 500 a disposizione e siamo molto soddisfatti per tante ragioni. Certo, l’incasso è utile, ma l’iniziativa ci ha permesso di riattivare tanti contatti con la tifoseria e di ricevere i complimenti e l’interesse da parte di diversi sponsor. E anche il “panorama” all’interno del palazzetto ne guadagna in bellezza e impatto».

Openjobmetis Varese - Carpegna Prosciutto Pesaro 81-68

IL PREPARTITA

L’augurio è che questo ennesimo sforzo – monetario da un lato e organizzativo dall’altro – possa dare alla squadra di Massimo Bulleri un’ulteriore spinta in direzione della salvezza. Con la Dolomiti Energia il confronto è cruciale per diverse ragioni: innanzitutto i trentini sono (sorprendentemente) coinvolti nella lotta per non retrocedere, con appena due punti in più del terzetto di coda formato da Varese, Cantù e Reggio Emilia. Poi all’andata la Openjobmetis sbancò il palasport dei bianconeri con una prova superlativa di Douglas: piazzare una seconda vittoria contro una diretta avversaria potrebbe rivelarsi decisivo nel caso di arrivi alla pari, anche di gruppo. E poi Varese deve proseguire una striscia positiva iniziata con Sassari e proseguita con Pesaro, successi che non hanno solo puntellato la classifica ma che hanno anche portato fiducia a tutto l’ambiente, pure per come sono arrivati.

Trento però non arriverà a Masnago per farsi battere facilmente, anzi. La squadra affidata ora all’esperto Lele Molin (per tanti anni assistente di Ettore Messina) nelle ultime settimane ha cambiato marcia battendo a sorpresa proprio la Milano di Messina e travolgendo anche Brescia. La fine dell’esperienza in coppa – la Dolomiti ha disputato l’impegnativa Eurocup arrivando ai gironi delle Top 16 – ha probabilmente permesso a Forray e compagni di abbattere le fatiche legate ai viaggi e di preparare meglio gli impegni di campionato.

La squadra di Molin si basa su un solido nucleo straniero nel quale il play Browne è il metronomo e il lungo JaCorey Williams rappresenta il principale braccio armato. Attenzione però perché in attacco possono colpire in tanti: dagli esterni Morgan e Sanders all’altro lungo Maye mentre l’ex virtussino Kelvin Martin – al rientro – è la principale arma tattica in difesa. Sulla carta, la Dolomiti Energia appare un’avversaria complicata per la Openjobmetis, specie a livello fisico, ma certamente l’aggiunta di Egbunu, la buona forma di Morse, l’esperienza di Scola e l’atletismo di Strautins possono arginare questo lato del gioco favorevole agli ospiti. Trento, a Masnago, ha già regalato qualche dispiacere in passato: l’attenzione come sempre deve essere massima.

DIRETTAVN

La partita di Masnago sarà racconta azione dopo azione dal nostro giornale nel consueto live multimediale, già a disposizione dei lettori dal sabato mattina. Per interagire è possibile scrivere nello spazio commenti o usare l’hashtag #direttavn su Twitter o Instagram. Per accedere al live è sufficiente CLICCARE QUI.

CLASSIFICA: Milano* 36; Brindisi**, V. Bologna 30; Sassari***, Venezia* 26; Trieste, Treviso 22; Pesaro*, Brescia* 18; F. Bologna*, Trento*, Cremona 16; VARESE*, Cantù, Reggio Emilia 14.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.