Rapina alle Poste di Somma, due in fuga

Operatrice minacciata con la pistola nell'ufficio di via Dolci, nelle prime ore di apertura. I carabinieri stanno raccogliendo tutte le informazioni

pistola rapina

Rapina a mano armata questa mattina a Somma Lombardo, alle Poste di via Dolci, vicino alla stazione. È successo alle 8.50, quando l’ufficio era già frequentato dai clienti. Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri della Compagnia di Gallarate, che stanno indagando.

Secondo le prime testimonianze (tra cui quella di un lettore), sarebbero due le persone che sono entrate in azione all’interno dell’ufficio postale: una delle due si è avvicinata ad una operatrice e l’ha minacciata con una pistola.

L’azione è avvenuta senza gesti eclatanti verso il pubblico, tanto che alcuni dei clienti non si sono neppure accorti del “prelievo” illegale. Comprensibilmente sotto shock, invece, la operatrice minacciata direttamente.

Il bottino complessivo è anche piuttosto magro: solo 600 euro (comprensibile, considerato che era mattina).

I carabinieri stanno raccogliendo tutti gli elementi, a partire dall’acquisizione delle immagini delle telecamere.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.