Quantcast

Gli “Ultimi Mohicani” occupano uno stabile abbandonato

Il collettivo gallaratese ha annunciato l'occupazione di uno stabile abbandonato da anni in Via Porraneo 24. Già iniziato il tam-tam con gli altri gruppi e associazioni

Hanno occupato uno stabile abbandonato in Via Porraneo 24, sabato 2 ottobre, i ragazzi del collettivo Ultimi Mohicani, "un gruppo di ragazzi che studiano e lavorano e che hanno deciso di far una politica diversa nella zona indipendentemente dai partite e dalle logiche di palazzo" così come si legge dal volantino che hanno inviato alla stampa.
Uno spazio occupato per essere autogestito e dove organizzare incontri, concerti, temi, mostre, teatro, cineforum e tanto altro che hanno rinominato "Edera Occupata". «Una casa grande, abbandonata da tempo – spiegano gli organizzatori dell’occupazione, con numerosi locali. Siamo in svariate decine e aspettiamo altri arrivi per la serata. Non vogliamo creare casini o confusione, abbiamo avuto già i primi contatti con i vicini, che ci hanno detto che sono contenti di sapere che la casa non è più abbandonata. Cercheremo anche un dialogo con l’amministrazione comunale. Perchè non l’abbiamo fatto prima? Ci abbiamo provato a Gallarate, ma senza riscontri. abbiamo trovato questo posto vicino alla nostra città e abbiamo intenzione di starci a lungo. Ci chiamamiamo "Edera" perchè ci piace la natura e perchè non vogliamo far morire i nostri progetti». L’occupazione vuole offrire "ospitalità gratuita" a tutte le associazioni o gruppi "che hanno bisogno di uno spazio per riunirsi o portare avanti i loro progetti". É già iniziato infatti, il tam-tam tra associazioni e gruppi che vogliano partecipare all’occupazione (tra gli altri il Telos di Saronno).
Intanto, il collettivo si presenta con una settimana di eventi, dal 4 al 10 ottobre. Il 10 aprile di quest’anno il gruppo aveva già tentato di occupare un’altro stabile in via Pacinotti, ma il tentativo era stato fermato dalle forze dell’ordine. Il sindaco di Cardano al Campo Mario Aspesi si dice stupito dell’iniziativa: «Non ne ero a conoscenza. Certo, se è una cosa fatta contro le regole agiremo di conseguenza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore