Storie della Grande Guerra: i 60 caduti di Leggiuno

Francesco Parnisani racconterà le storie dei caduti di questo territorio. Appuntamento venerdì 26 febbraio

grande guerra mostra somma lombardo quelli del '63

Venerdì 26 febbraio con inizio alla ore 21, nella sala consiliare di piazza Marconi 1, Francesco Parnisani parlerà della Grande Guerra. Con  “Il milite non più ignoto”, affronterà la storia degli oltre sessanta caduti dei comuni di Leggiuno, Arolo, Ballarate e Cellina.

Verranno raccontate le vite di questi militari: professioni nella vita civile, reparti militari a cui furono destinati, cause di morte (ferite in combattimento, malattia ecc.), luoghi di morte e di sepoltura. Si soffermerà su alcune figure/situazioni specifiche (nell’impossibilità di trattarle tutte) attraverso la proiezione di foto e documenti d’archivio inediti. Oltre ai caduti verrà dato spazio ai reduci dalla prigionia, ai mutilati ed invalidi, ai decorati al valore.

Principali fonti utilizzate: fogli matricolari dell’Archivio di Stato di Varese, telegrammi e corrispondenza varia dell’Archivio Comunale di Leggiuno, articoli di giornale dell’epoca, lettere e fotografie di carattere privato.

Si tratta della seconda puntata di un’iniziativa nata l’anno scorso per ricordare il centenario della Grande Guerra da parte del Gruppo Alpini di Leggiuno-Sangiano, con la collaborazione della Biblioteca Comunale di Leggiuno, dell‘Associazione Lezedunum, della Pro Loco Leggiuno e del Comitato Ar.Pi.Ca.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.