Il tumore si legge nei geni: confronto tra specialisti

Università dell'Insubria e ASST Sette Laghi hanno organizzato un convegno a cui sono arrivati specialisti da tutt'Italia. Un argomento di strettissima attualità e di grande interesse

convegno su genetica per individuare il tumore

Sono venuti da tutt’Italia per partecipare al seminario organizzato dall’Anatomia Patologica dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale dei Sette Laghi di Varese in collaborazione con il Dipartimento di Scienze chirurgiche e morfologiche e con il contributo della Fondazione comunitaria del Varesotto. Un interesse superiore alle aspettative: il tema era di strettissima attualità e riguardava le novità nel campo della genetica per l’individuazione dei tumori ovarico e mammari.

Patologi, Genetisti, Senologi, Ginecologi, Radiologi, Oncologi, Psicologi, ma anche ai Medici di Medicina Generale e a tutti gli operatori coinvolti nei Centri di Senologia hanno approfondito una frontiera diventata di forte interesse dopo la scelta di Angelina Jolie di praticare la doppia mastectomia a causa della sua predisposizione  scoperta grazie a un’indagine genetica.

Dal 2008, la senologia di Varese ha aperto un ambulatorio dedicato al counselling genetico. La dottoressa Tibiletti coordina le attività che sono soprattutto di indagine : « Non tutte le donne accedono al test genetico – spiega la genetista – bisogna rientrare in casi ben specifici che si evidenziano dopo un colloquio». La lista d’attesa per accedere a questo counselling è abbastanza elevata: « Le donne sono consapevoli di questo progresso scientifico e vengono preparate – assicura la professoressa Francesca Rovera, responsabile della senologia varesina – ma non tutte rientrano nei parametri».

convegno su genetica per individuare il tumore

Una volta fatto il test genetico per capire se i geni BRCA1 e BRCA2 siano mutati, l’equipe della genetica oncologia diretta dal professor Sessa valuta, d’intesa con gli specialisti della senologia o della ginecologia, il miglior approccio per prevenire l’insorgenza del tumore: dai più semplici controlli ravvicinati sino alla soluzione estrema dell’asportazione di seno e/o utero. Quest’ultima possibilità, attuata solo in casi di estrema necessità e dopo attenta valutazione, può anche avvenire congiuntamente con le equipe della senologia e della ginecologia che operano in contemporanea.

Al convegno erano presenti anche i medici di medicina generale, le prime sentinelle coinvolte nella sensibilizzazione delle donne: « Ultimamente, però, le donne sono consapevoli. Il caso Jolie ha chiarito il messaggio a tutti» assicurano le due specialiste.

di
Pubblicato il 17 giugno 2016
Leggi i commenti

Foto

Il tumore si legge nei geni: confronto tra specialisti 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore