Omicidio Macchi, si cercano arma del delitto e occhiali di Lidia

Polizia ed Esercito hanno iniziato a ispezionare tre ville disabitate e murate, nei dintorni del punto in cui nel 1987 fu ritrovato il corpo della giovane

Omicidio Lidia Macchi le ricerche a Cittiglio

Sono iniziate questa mattina, a Cittiglio, le operazioni di scavo nel luogo dove fu ritrovato il corpo di Lidia Macchi, il 7 gennaio 1987.

Galleria fotografica

Omicidio Lidia Macchi le ricerche a Cittiglio 4 di 6

La polizia di Stato e l’esercito stanno concentrando le ricerche nel terreno sottostante il Sass Pinin.

La procuratrice Carmen Manfredda ha ordinato ai tecnici di ispezionare tre ville disabitate e murate, che distano al massimo 200 metri dal luogo di rinvenimento del corpo. La speranza è quella di rinvenire non solo l’arma del delitto, ma soprattutto un paio di occhiali da vista che secondo i testimoni Lidia Macchi avrebbe indossato la sera in cui si recò all’ospedale di Cittiglio a trovare un’amica e che non sono mai più stati ritrovati.

di
Pubblicato il 02 novembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Omicidio Lidia Macchi le ricerche a Cittiglio 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore