AleppoDay: una coperta al balcone per i bimbi siriani

Unicef Italia lancia una campagna di sensibilizzazione per i bambini siriani: una coperta come simbolo di protezione e calore

Avarie

Unicef Italia ha lanciato questa mattina l’#AleppoDay una giornata dedicata a informare, raccontare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione dei bambini di Aleppo e di tutta la Siria colpiti dalla guerra.

L’appuntamento per una mobilitazione pubblica è stato indetto a Roma, a Piazza del Popolo, alle 11 di questa mattina, ma a chi non è potuto scendere in piazza l’associazione umanitaria ha chiesto di esporre sui balconi delle case, degli uffici, durante tutta la giornata di domani una coperta, quella di cui hanno bisogno questi bimbi e che fa parte della campagna dell’Unicef  “Una coperta per i bambini di Aleppo”.

“Bisogna rompere il muro dell’indifferenza che copre questa terribile guerra da quasi sei anni – spiega Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia – Ringraziamo quanti finora hanno aderito all’#AleppoDay, associazioni, istituzioni, singoli, giornalisti, e rinnoviamo a tutti l’invito ad aderire e a stare, senza  incertezze, dalla parte dei bambini di Aleppo e della Siria. Non possiamo dimenticarli”.

Anche Varesenews ha aderito alla campagna promossa da Unicef, con banner sia sulla versione desk che su quella per mobile. Cliccando sui banner con il cuore azzurro potrete sostenere l’appello e donando potrete contribuire all’acquisto di coperte per riscaldare e proteggere i bimbi siriani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore