I lavoratori de La Quiete parlano in consiglio

Audizione a Palazzo Estense, interesse della politica al destino della storica clinica privata

consiglio varese

I lavoratori della Quiete sono intervenuti, mercoledì sera, a Palazzo Estense durante il consiglio comunale. Un’audizione sollecitata dalla conferenza dei capigruppo e che era stata richiesta da tempo principalmente dal gruppo della Lega Nord. Il caso Quiete è stato anche portato con urgenza all’attenzione della Regione Lombardia dal consigliere regionale Emanuele Monti ma l’amministrazione Galimberti e la sua maggioranza hanno accolto con favore la proposta di audizione. Che è stata attenta e partecipata.

A dicembre la proposta di costituire un tavolo provinciale sulla situazione della clinica La Quiete è già stata accettata dal prefetto Giorgio Zanzi. Il 17 dicembre è arrivata anche la disponibilità del sindaco di Varese Davide Galimberti che ha incontrato a Palazzo Estense e i rappresentanti dei lavoratori della Quiete.

Il lavoro è a rischio. A seguito di uno sfratto la Quiete dovrà sgomberare entro il 9 gennaio i locali da persone e cose. Per il futuro della storica clinica varesina si fa il nome di una realtà del Lazio, la cooperativa “Osa” (Operatori sanitari associati) con sede legale a Roma e varie sedi territoriali sparse in mezza Italia, tra cui una delle principali a Frosinone, ma molti aspetti sono ancora da chiarire.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore