Il tie-break premia una Sab Grima sotto tono

Legnano batte Olbia (15-13 nel quinto set) senza brillare. Le giallonere consolidano il terzo posto; infortunio per De Lellis

pallavolo sab grima legnano

Chiude bene il proprio 2016 la Sab Grima Legnano, brava a superare al tie-break anche la Entu Hermaea Olbia: un risultato che permette alle giallonere di consolidare il terzo posto in classifica alle spalle delle sole Filottrano e Pesaro, quest’ultima distante solo tre lunghezze.

Contro Olbie la Sab Grima trova quindi due punti importanti anche se sul piano del gioco ha qualcosa da rimproverarsi. Dopo un primo set in cui Legnano ha costantemente inseguito e non è mai davvero stata in partita (23-25), le giallonere rialzano la testa con Mingardi, Coneo e Grigolo e pareggiano i conti (25-17), per poi sorpassare le sarde nel terzo set grazie a Sara De Lellis e ai troppi errori avversari (25-20). Nel quarto parziale però, Legnano si ferma improvvisamente e torna la brutta copia di se stessa, come già avvenuto nel primo set: Olbia passa con largo margine (18-25) portando la gara al tie-break. Nel quinto set, dopo aver preso il comando, sul 10-6 De Lellis deve uscire per infortunio alla caviglia (da valutare nei prossimi giorni) e Olbia segna 4 punti  consecutivi per la nuova parità: alcuni decisivi errori ospiti però, danno alla Sab la definitiva vittoria di misura (15-13).

La palma di migliore in campo è andata a Eleonora Furlan, molto presente a muro (6 punti) e in attacco (6 a segno), mentre come top scorer di Legnano si conferma ancora una volta Amanda Coneo (19 punti). Dall’altra parte della rete devastante l’attacco di Giulia Angelina, che ha firmato ben 26 punti in questa partita.
Dopo la pausa natalizia, la SAB Grima sfiderà il prossimo 8 gennaio la formazione della Golem Software Palmi per chiudere il girone d’andata.

LE VOCI – Andrea Pistola (all. SAB Grima Legnano): «Oggi non siamo davvero soddisfatti perché, al di là della vittoria, la prestazione è stata assolutamente negativa sotto tutti i punti di vista, sia tecnico che mentale. Prendiamo di buono i due punti, però sicuramente non ci siamo espressi bene e abbiamo fatto passi indietro nelle sicurezze tecniche. Chiudiamo comunque un anno positivo».

Eleonora Furlan (SAB Grima Legnano): «Rispetto ad altre partite è andata così così: a livello di atteggiamento, per esempio, non siamo state aggressive come le altre volte, forse abbiamo sottovalutato un po’ la partita. Nonostante questo, la nota positiva è che siamo riusciti a vincere il tie break in una situazione difficile».

SAB Grima Legnano-Entu Olbia 3-2 (23-25, 25-17, 25-20, 18-25, 15-13)

Legnano: Figini ne, Paris (L), Furlan 13, Muzi ne, Mingardi 11, Coneo 19, Grigolo 18, Facchinetti 9, Kosareva, Bossi, De Lellis 6, Mazzotti. All. Pistola.
Olbia: Carraro 3, Trevisan ne, Bateman 1, Formenti (L), Mabilo 7, Maggipinto (L), Villani ne, Tangini 8, Whitaker, Angelina 26, Radonjic 11, Iannone 7. All. Galli.
Arbitri: Rossi e Prati.
Note. Spettatori 405. SAB: battute vincenti 2, battute sbagliate 16, attacco 44%, ricezione 57%-38%, muri 18, errori 37. Olbia: battute vincenti 6, battute sbagliate 13, attacco 35%, ricezione 46%-38%, muri 8, errori 30.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore