La spiaggia sul Lago Maggiore dove i cani sono “padroni”

Una dog area particolare quella in riva al Lago Maggiore dove i cani possono correre e nuotare liberamente

La spiaggia per cani a Dormelletto

E’ una specie di paradiso per i cani: possono correre, scavare, giocare e fare il bagno. Il tutto in libertà. Dove? A Dormelletto, sulla sponda piemontese del Lago Maggiore dove c’è una spiaggia dedicata esclusivamente ai cani.

Galleria fotografica

La spiaggia per cani a Dormelletto 4 di 10

Tecnicamente è una dog area, uno di quegli spazi recintati dove i cani possono essere lasciati liberi. Solo che in più rispetto a quelle che si trovano in tante città è che ha un accesso al lago, con tanto di spiaggia. E naturalmente l’ingresso è libero.

E così mentre i cani corrono e giocano i padroni possono riposarsi, prendere il sole oppure nuotare con i loro amici a quattro zampe. Questa spiaggia si trova a Dormelletto, in via Leonardo da Vinci. Per raggiungerla ecco le coordinate su Google Maps.

di
Pubblicato il 27 Agosto 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La spiaggia per cani a Dormelletto 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Tranquilli, non c’è bisogno dell’ennesima “dog area” (a proposito farete una area per ogni specie animale da compagnia?). I cani la fanno già da padrone trattati come “signorini” da proprietari ormai ciechi verso la razza umana.
    Comunque al mare (nelle civilissima Toscana) ho visto decine di cani “scagazzare” bellamente sulla sabbia ed i padroni infischiarsene.
    Solo nei posti più “IN” le spiagge erano vietate ai cani, giusto per non far inciampare il delicato piedino di chi paga più di 200 € al giorno in un hotel, in qualche escremento che cioccolata proprio non è.
    Ah…che belle le libertà ed i doveri (degli altri).

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.