Cinquanta nuovi treni per i pendolari lombardi

Fnm, grazie ai fondi regionali, acquisterà da Hitachi convogli di ultima generazione: a due piani, sono pensati per le linee più trafficate e con impianti moderni (compresa la ricarica delle e-bike)

Generico 2018

FNM e Hitachi Rail Italy S.p.A. hanno sottoscritto oggi l’accordo quadro per la fornitura di treni ad Alta Capacità per il servizio ferroviario regionale. Cinquanta treni – cime minimo – da quattro o cinque carrozze, destinati a migliorare il servizio ferroviario.

Mentre Trenitalia solo negli ultimissimi mesi ha promesso di sbloccare nuove risorse per i treni lombardi (nel quadro del “dibattito” sul futuro di Trenord), la Regione aveva già deciso d’investire per conto suo: la firma di oggi fa infatti seguito all’aggiudicazione alla stessa Hitachi Rail Italy della gara indetta da FNM lo scorso anno, in base a quanto stabilito dal programma di acquisto di nuovi treni, approvato da Regione Lombardia tra luglio e agosto 2017.

L’Accordo Quadro, che ha una durata di 8 anni, prevede la fornitura di convogli ad Alta Capacità, a doppio piano, che saranno destinati alle linee ad alta frequentazione. La quantità minima garantita è di cinquanta treni: trenta a configurazione corta (4 casse, 466 posti a sedere) e venti a configurazione lunga (5 casse, 598); la quantità massima è di 120. Il prezzo di fornitura è di 7.917.000 euro per il convoglio a configurazione corta e di 9.317.000 euro per il convoglio a configurazione lunga. L’Accordo Quadro prevede anche la possibilità affidare a Hitachi Rail Italy la manutenzione dei convogli per un periodo di 3 anni.

Contestualmente alla firma dell’Accordo Quadro, FerrovieNord, società controllata al 100% da FNM, ha sottoscritto con Hitachi Rail Italy il primo contratto applicativo per trenta convogli a configurazione corta per un importo complessivo di 237.510.000 euro. La consegna dei primi treni è prevista a partire dal ventesimo mese dalla sottoscrizione del contratto.

Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, misuratore energia, conta-persone, telecamere laterali e frontali, telediagnostica da remoto, videosorveglianza intelligente con tecnologia “Anomalous Behavior detection”. I convogli saranno inoltre dotati del più moderno e avanzato sistema di sicurezza ERTMS/ETCS che, oltre a garantire elevatissimi standard di sicurezza, permetterà di incrementare la capacità di traffico sulle linee ferroviarie.

L’accessibilità per le persone a mobilità ridotta è resa agevole dalla presenza di pedane mobili che compensano la distanza tra porta e banchina. Quanto ai benefici ambientali, è da sottolineare la riduzione del 30% dei consumi di energia elettrica, la riduzione della rumorosità, il recupero di energia elettrica in frenatura, l’utilizzo di materiali innovativi che permettono la riduzione del peso ed elevati tassi di riutilizzabilità (96%) e biodegradabilità (95%). Presenti anche postazioni per le biciclette e prese elettriche per la ricarica delle e-bike.

«Il rinnovamento della flotta che stiamo realizzando seguendo le indicazioni di Regione Lombardia – ha commentato il presidente di FNM Andrea Gibelli – permetterà di offrire un servizio migliore alle centinaia di migliaia di persone che ogni giorno viaggiano sui treni in Lombardia. Sappiamo che la qualità del servizio genera domanda; nostro obiettivo è anche quello di aumentare il numero di persone che scelgono il treno per spostarsi».

«Questo contratto costituisce una grande opportunità per noi perché ci da la possibilità di poter contribuire, con un altro nostro prodotto, al miglioramento della mobilità in Lombardia – ha dichiarato Maurizio Manfellotto, CEO Hitachi Rail Italy. L’innovazione dei nostri nuovi treni regionali garantirà ai passeggeri elevatissimi livelli di affidabilità e confort e all’ambiente un impatto pari a 5 grammi di CO2eq, valore che rende il nostro veicolo il mezzo di trasporto di massa a minor impatto ambientale in Italia».

di
Pubblicato il 12 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore