Mamma si è rotto il dente: che fare?

Il trauma dentale è un evento molto frequente tra i bambini: piccola guida per genitori per intervenire tempestivamente e in modo adeguato

Generico 2018

Tecnicamente si chiama “trauma dentale”, è un episodio molto frequente tra i bambini sia in età prescolare sui dentini da latte, che più avanti a danno dei denti definitivi. A causa di una collisione con oggetti o altri bambini, o per una caduta, può succedere che il dente si danneggi nella sua struttura oppure provochi danno ai tessuti circostanti (osso e gengive), o peggio ci siano conseguenza per tutto contemporaneamente.
Per aiutare i genitori ad orientarsi, senza necessariamente drammatizzare ma consapevoli che a volte l’intervento adeguato e tempestivo è fondamentale, i pediatri dell’ospedale Bambino Gesù di Roma hanno messo a punto sull’ultimo numero di A scuola di salute una mini guida per aiutare le mamme e i papà a intervenire in maniera corretta.

NO PANIC
Prima di pensare al danno è necessario tranquillizzare il bambino, per evitare di non trasmettere maggiori preoccupazioni al bambino, già traumatizzato dall’incidente.

CHIAMARE SUBITO LO SPECIALISTA
In generale prima si contatta il dentista e meglio è, soprattutto in caso di completa fuoriuscita di un dente definitivo: l’intervento entro un’ora garantisce maggiori possibilità di riposizionarlo in maniera corretta.

CON I DENTINI DA LATTE
In questo caso il dentista verifica che il trauma subito dal dentino deciduo non abbia causato complicazioni al dente definitivo in formazione in profondità, soprattutto se il dentino penetra nella gengiva.
In caso di rottura il dentino viene lucidato, per ridurre i bordi taglienti ed evitare ferite del labbro e poi monitorato periodicamente per escludere “necrosi tardive” (il dente si scurisce perché perde vitalità), su cui eventualmente intervenire con terapia o rimozione del dentino.
In caso di spostamento di norma si attende, con monitoraggio, che il dentino da latte torni spontaneamente al suo posto, mentre se il dentino cade non viene reimpiantato, per evitare possibili danni a quelli permanenti sottostanti.

TRAUMA AL DENTE DEFINITIVO
Se il dente è spaccato il frammento può essere riattaccato, ma il dente non va ripulito. Meglio conservarlo nella saliva (in bocca), nel latte a lunga conservazione o in soluzione fisiologica. In caso di perdita di vitalità andrà eseguito un trattamento specifico.
Anche se il dente fuoriesce completamente è importante che non venga ripulito, ma conservato come descritto sopra e reimpiantato nel minor tempo possibile (l’intervento entro un’ora dal trauma assicura una maggiore possibilità di successo).
In ogni caso il dente traumatizzato dovrà essere tenuto sotto controllo a lungo, per intercettare eventuali danni tardivi.

PREVENZIONE
Spiegare ai bambini che i denti sono delicati e bisogna evitare di prendere colpi alla bocca. Per il resto sarà sufficiente seguire misure generali di sicurezza in casa, praticare sport adatti all’età e garantire supervisione di un adulto per le attività più spericolate.

di
Pubblicato il 30 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore