Mondiali in Ungheria, ottavo posto per Dressino

L'azzurro di Mercallo era impegnato nel K2 500, specialità non olimpica, insieme a Matteo Torneo. A Szeged l'Italia ha qualificato due barche per Tokyo 2020

giulio dressino

È arrivato sino alla finale per il titolo, nella quale però non è riuscito a lasciare il segno. Giulio Dressino, il canoista 27enne di Mercallo, da tempo nel giro azzurro (e già impegnato alle Olimpiadi di Rio), ha gareggiato ai Mondiali ungheresi di canoa e kayak velocità di Szeged (Seghedino) a bordo del K2 500 maschile insieme al catanese Matteo Torneo.

I due azzurri hanno prima concluso al 5° posto le batterie di questa specialità (che non è olimpica, quindi non sarà disputata a Tokyo 2020), poi sono stati autori di un’ottima semifinale chiusa al secondo posto alle spalle della Germania con un ottimo 1’33″65. Un tempo che in finale sarebbe valso la medaglia di bronzo ma che Dressino e Torneo non sono riusciti a replicare: l’oro è andato alla Bielorussia davanti a Spagna e Germania, con l’Italia ottava davanti alla sola Francia.

La spedizione della nazionale ha portato in dote due carte olimpiche per l’anno venturo, quelle conquistate dal K1 200 maschile con Manfredi Rizza e dal K2 1000 di Luca Beccaro e Samuele Burgo. Niente da fare nell’ottica dei Giochi invece per un altro atleta delle nostre zone, il verbanese Carlo Tacchini nel C1 1000 metri, arrivato in finale ma poi fermatosi all’ottavo posto.

Nel 2020 ci saranno altre due finestre di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020: la competizione continentale del 6-7 maggio a Racice, che assegna 2 posti per le nazioni europee nel K1, K2, C1 e C2 sulle varie distanze, e la seconda prova di coppa del mondo a Duisburg (23-25 maggio) che assegnerà un solo posto per le gara nel K1 e C1 sulle varie distanze.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore