Il mio bambino non c’è più, come gestire il dolore

Il 15 ottobre è la giornata del lutto perinatale. Dalle 16 eventi ai Giardini Estensi e accensione delle candele per "l'onda di luce" in contemporanea mondiale

Generica 2019

Da trent’anni i centri Melograno si occupano di promuovere e sostenere una cultura della maternità, della nascita e della prima infanzia, dove sono prioritari il riconoscimento del valore sociale della maternità, la promozione del diritto alla salute e all’uguaglianza di dignità delle donne e dei bambini, il rispetto dei bisogni dei protagonisti della nascita, secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La presenza a fianco delle persone nel percorso che le porta a divenire genitori ha comportato anche la condivisione dell’esperienza del lutto in gravidanza per aborto spontaneo, terapeutico o volontario e della perdita perinatale. L’accoglienza del dolore dei genitori che si sono trovati in questa situazione e la possibilità di offrire ascolto, comprensione e sostegno ha permesso di cogliere l’importanza del supporto in situazioni in cui spesso prevale il senso di solitudine e smarrimento, favorendo in questo modo l’attivazione delle risorse personali, familiari e della rete sociale di riferimento.

Da questa esperienza sul campo e dall’incontro con altre realtà locali e nazionali, è nato all’interno dell’associazione un gruppo di lavoro che si occupa dell’approfondimento del tema e del sostegno e accompagnamento delle madri, dei padri e della famiglia che attraversa il lutto perinatale.
Dai primi mesi del 2012 è attivo il Progetto: “Quando la vita comincia con un addio”, So-stare nel dolore con le famiglie che hanno vissuto la perdita del proprio bambino.
Molti i servizi offerti: sportello gratuito di primo ascolto sul lutto; sportello d’ascolto pedagogico per i genitori e le famiglie (accompagnamento specialistico laddove siano presenti fratelli o sorelle; Sportello d’ascolto psicologico individuale e familiare; Gruppi di auto-mutuo- aiuto rivolti ai genitori colpiti da lutto perinatale).
“La perdita di un figlio, in qualsiasi epoca gestazionale, è un evento doloroso, un vero e proprio trauma. Fino a poche decine di anni fa il lutto era vissuto e condiviso con la famiglia allargata e la società sanciva rituali atti a tenere vivo il ricordo in chi resta – si legge nel comunicato del Melograno- .
Oggi le famiglie si sentono spesso sole e la solitudine aumenta il dolore. Le persone intorno faticano a sintonizzarsi con i vissuti dolorosi e più frequentemente negano l’evento, suggeriscono una veloce dimenticanza, magari proponendo subito altri tentativi. Sappiamo però che solo se il lutto viene riconosciuto, è possibile cominciare ad elaborarlo e passare attraverso la sofferenza per superarla”.

La giornata del 15 ottobre è oramai dal 2013 uno spazio per accompagnare genitori ed accogliere cittadini ed operatori.
Anche quest’anno, martedi 15 ottobre il Melograno accoglierà chi fosse interessato a partire dalle 16 nei Giardini Estensi. L’evento si svolgerà con il patrocinio del Comune di Varese e dell’Ordine della professione di Ostetrica della Provincia di Varese, in collaborazione con “I Barattoli della Memoria” “Arte Condivisibile” “Teatro Ammutinati” .

Questo il programma

Ore 16
Apertura banchetto informativo primo punto d’ascolto “Melogarno Gallarate per offrire accoglienza a famiglie, operatori e a tutti gli interessati all’argomento. Decoriamo insieme il “Bosco delle farfalle”

Dalle 16.30 alle 18
Laboratorio per adulti “Tu brilli nel mio cielo” e laboratorio per bambini “Stella stellina”…a cura della mamma di Ginevra e Iacopo con altri volontari.
“Storie da ascoltare e da guardare” letture ad alta voce per bambini a cura di Artecondivisibile.

Ore 18.30
Letture di brani per adulti intorno al lutto perinatale con accompagnamento musicale a cura di Teatro Ammutinati

Ore 19 – 20
Wave of Light Accensione delle candele per l’onda di luce in contemporanea mondiale, in ricordo di tutti i bambini

Giardini Estensi via Sacco 5, Varese

Per altre informazioni www.melogranogallarete.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore