Quantcast

Si è spento Valter Bianchi, figlio del partigiano “Roccia”

Il ricordo del presidente Anpi provinciale, Ester de Tomasi. L'ultimo saluto alla sala del commiato di Giubiano

Personaggi generiche

«Ci ha lasciati Valter Bianchi, se ne è andato in punta di piedi. Così come ha vissuto da persona schiva, se ne è andato» a parlare così, e ad annunciarne la morte, è Ester De Tomasi, presidente provinciale di Anpi.

Valter Bianchi è il figlio del partigiano di Azzate Marzio Bianchi detto “Roccia”: «Non sono trascorsi neanche tre anni dalla scomparsa di Marzio e ci è giunta la triste notizia della morte del figlio».

Valter, iscritto all’associazione dal 2006, da quando Anpi ha aperto le iscrizioni a tutti, ha accompagnato e seguito il padre da sempre, ma in particolare negli ultimi anni di vita. Era sempre lui che accompagnava “Roccia” e i nipoti alle commemorazioni e agli eventi dell’associazione.

L’ultimo saluto è previsto per venerdì 24 luglio alle 10,30 nella sala del commiato del Cimitero di Giubiano, a Varese. Le regole di prevenzione Anti Covid 19 impediscono l’ingresso nella sala a più di 20 persone: chi volesse salutarlo può farlo presso la camera mortuaria Campo dei Fiori in via Mulini Grassi 10 a Varese, domani dalle 8,30 alle 17.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore