Sistema dei tamponi in tilt: l’assessore Moratti commissaria il servizio

Il caos fuori dalle farmacie e nei centri tamponi gestiti dalle Ats ha indotto l'assessore a correre ai ripari. La nuova task force al lavoro dalla prossima settimana per risolvere le criticità

attilio fontana letizia moratti guido bertolaso

L’Assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti commissaria le Ats sul sistema dei tamponi. Dopo le polemiche e le grandi difficoltà registrate anche nel Varesotto per ottenere un certificato ma, soprattutto, per garantirsi un Natale sereno, l’assessore interviene annunciando che dalla prossima settimana diventerà operativa, direttamente alle dirette dipendenze della Direzione Generale Welfare , una apposita squadra dedicata al coordinamento e al potenziamento dell’offerta pubblica e convenzionata del servizio tamponi antigenici e molecolari per tutto il territorio regionale.

A capo del coordinamento è stato indicato il dottor Guido Grignaffini, attuale direttore dei Servizi Sociali di Ats Brianza, in passato già inquadrato nell’organizzazione di questo servizio a livello regionale.

Il piano vaccinale nel frattempo proseguirà secondo gli obiettivi previsti dalla Struttura Commissariale di Governo, consentendo un miglior coordinamento e condivisione di risorse anche per il potenziamento del Servizio tamponi rafforzato con l’istituzione e l’avvio dell’apposita ‘task force’.  Soltanto ieri, sono stati 205.847 i tamponi effettuati in Lombardia.

L’intasamento del centro di Gorla Maggiore e la mancanza di un servizio sufficiente a rispondere alla  crescente domanda di controlli sono segnali di una situazione fuori controllo che, con l’aumento vertiginoso di nuovi positivi, si deve ricondurre entro un sistema efficiente. 

Nel territorio varesino rimane il rammarico per aver smantellato velocemente un sistema, quello di Fontanelle a Malnate e della Caserma Ugo Mara a Solbiate Olona, che oggi avrebbero potuto fornire un prezioso contributo. Non sarà comunque sufficiene solo trovare nuovi punti di erogazione dei tamponi ma anche laboratori dove processare quelli molecolari. Attualmente l’unico laboratorio è quello dell’Asst Sette Laghi diretto dal professor Maggi che serve sia l’azienda varesina, sia quelle di Busto e di Como. Una mole di lavoro diventata ormai insostenibile. 

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lena Bandi

    La settimana prossima diventerà operativa una task force?
    Sono settimane che i contagi raddoppiano di settimana in settimana, in tutta Europa la variante omicron si diffonde in modo esponenziale e ancora la macchina regionale non è in grado di far funzionare da subito un servizio che possa diagnosticare in tempi decenti una malattia altamente contagiosa?
    E i tracciamenti?
    Ne riparliamo quando sarà passata anche questa ondata?
    Lungimiranza?
    A quasi due anni dall’inizio della pandemia siamo del tutto sicuri che questa modalità di gestione non configuri una qualche interruzione di pubblico servizio?

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.