Bisuschio

Tso, risorse e criticità. Sindaci e specialisti a confronto a Bisuschio

Lunedì 23 maggio alle 21 nel Salone polivalente del Municipio un incontro organizzato dal Comune di Bisuschio in collaborazione con Glp, il Gruppo di lavoro provinciale per la salute mentale sul tema dei Tso e degli Aso

23 Maggio 2022

Quello dei trattamenti sanitari obbligatori è un tema importante e delicato, che coinvolge in prima persona i sindaci, che per legge sono i responsabili della salute pubblica della comunità e dei singoli cittadini.

Di Tso (Trattamento sanitario obbligatorio) e Aso (Accertamento sanitario obbligatorio), si discuterà nella serata di lunedì 23 maggio alle 21 nel corso di un incontro organizzato dal Comune di Bisuschio in collaborazione con Glp, il Gruppo di lavoro provinciale per la salute mentale. L’incontro si terrà nel Salone polivalente del Municipio di Bisuschio.

Interverranno il sindaco di Bisuschio Giovanni Resteghini che ha organizzato l’incontro, coinvolgendo i colleghi della zona e diversi specialisti in tema di salute mentale.

Ci saranno Camilla Callegari, direttore della Psichiatria dell’Asst 7 Laghi e docente di psichiatria dell’Università degli studi dell’Insubria: Isidoro Cioffi, psichiatra e coordinatore del gruppo di lavoro Gpl; Nicola Poloni, direttore della Psichiatria area Verbano dell’Asst Sette Laghi e Aldo Trentini, presidente della Croce Rossa italiana Comitato Valceresio.

Parteciperà anche Carlo Bianchi in rappresentanza dell’Associazione Familiari.

Modera l’incontro la giornalista di VareseNews Mariangela Gerletti.

La serata è aperta alla partecipazione del pubblico interessato al tema.

La locandina della serata

19 Maggio 2022
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.