Il Comune di Luino è pronto ad acquistare il Teatro Sociale

Inoltrata la proposta alla SOMS, oggi proprietaria. Bianchi: “Rappresenterebbe un investimento di grandissimo valore per gli anni a venire”

generica

Il Comune di Luino ha ufficialmente annunciato la sua proposta di acquisto del Teatro Sociale presentando un’offerta alla attuale proprietaria Società Operaia di Mutuo Soccorso. Ottimismo da Palazzo Serbelloni con l’amministrazione comunale che si prepara a un nuovo capitolo nella gestione di questa importante struttura culturale.

Per supportare questa iniziativa, il Comune ha richiesto una perizia di stima all’Agenzia delle Entrate, già ricevuta, il cui esito positivo sarà determinante per il successo del processo di acquisto. Questa mossa strategica è il primo passo verso un investimento che mira a consolidare il Teatro Sociale come fulcro culturale della Provincia di Varese. La recente stagione teatrale ha riscosso un notevole successo evidenziando il ruolo centrale del Sociale nella vita culturale della comunità e delle Valli del Verbano. Dopo anni di gestione indiretta da parte del Comune e una valutazione delle criticità riscontrate, l’amministrazione ha deciso di procedere all’acquisto dell’immobile per ammodernarlo e renderlo una perla della cultura.

L’obiettivo principale è mettere mano alla struttura con lavori di ammodernamento, recupero e miglioramento in varie fasi. Solo attraverso la proprietà comunale sarà possibile accedere a fondi e bandi di finanziamento, consentendo di realizzare interventi mirati che renderanno il Teatro Sociale non solo più attraente ma anche maggiormente fruibile per tutta la comunità.

«Il Teatro Sociale è un patrimonio culturale di inestimabile valore per la nostra comunità – sottolinea Enrico Bianchi, sindaco di Luino -. L’acquisto rappresenta un investimento nella vitalità culturale di Luino per gli anni a venire. Siamo fiduciosi che questa proposta aprirà nuove opportunità e consentirà di plasmare il futuro del Teatro Sociale sulle esigenze e volontà dei Luinesi».

Concorde anche la vicesindaca e assessore al Patrimonio Antonella Sonnessa che fa sapere che «l’amministrazione comunale si impegna a mantenere la trasparenza nel processo di acquisizione e a coinvolgere la comunità. L’entusiasmo generato attorno a questa proposta testimonia l’importanza del Teatro Sociale come cuore pulsante della cultura locale. L’asticella dell’ottimismo è alta e pensiamo che la SOMS possa venire incontro a questa nostra offerta per il bene di Luino».

«Il grande successo della stagione teatrale dimostra questo il Teatro Sociale sia centrale non solo per gli eventi culturali luinesi, ma per tutto il territorio della provincia di Varese – conclude Serena Botta, assessore alla Cultura -. Teatro e non solo, ci piacerebbe tantissimo che tornasse ad essere anche un riferimento cinematografico. Noi ce la metteremo tutta se questa proposta di acquisto dovesse andare a buon fine come crediamo».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 28 Novembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.