Crollo nel cantiere di Firenze, trovata la quarta vittima

Il bilancio del crollo al momento è di quattro morti, un disperso, tre feriti, di cui due gravi, ma non in pericolo di vita

Strage di operai a Firenze nel crollo in un cantiere per la costruzione di un supermercato Esselunga nell’area dell’ex Panificio militare. Nella prima mattinata di sabato 17 febbraio è stato ritrovato il corpo della quarta vittima. Il bilancio di questa tragedia è terribile: quattro morti, un disperso, tre feriti, di cui due gravi, ma non in pericolo di vita.

L’incidente sarebbe stato causato dal cedimento di una trave che ha provocato un crollo a catena dei solai: otto le persone travolte tra gli operai impegnati nella costruzione del supermercato.

Continuano sul posto le operazioni dei vigili del fuoco per individuare l’ultimo operaio che ancora manca all’appello. Tra le vittime un italiano di 60 anni,  di origine nordafricana le altre. I tre feriti sono invece lavoratori rumeni.

Carlo Soricelli che ha costituito  l’Osservatorio “caduti sul lavoro” per monitorare questo tragico fenomeno ha scritto: «Nel 2023 si arriva contare 1485 morti. Ogni giorno c’è una strage sul lavoro, ma mediaticamente si parla solo quando i lavoratori muoiono tutti insieme».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 17 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.