La Pedemontana varesina ha passato il giro di boa

La conclusione dei lavori è prevista per marzo 2014, gli scavi delle gallerie sono completati al 60% e a fine luglio quando sarà bloccata la ferrovia verrà demolito e ricostruito il vecchio cavalcavia

Il cantiere della tangenziale varesina di Pedemontana ha già superato il giro di boa e si avvia verso la conclusione fissata per marzo del 2014.
Con un tracciato complessivo di circa 5 chilometri, che vanno dall’uscita autostradale A8 all’imbocco della tangenziale al Ponte di Vedano, l’opera marcia verso l’ultimazione di tutti i manufatti previsti con un ritardo complessivo previsto di circa 3 mesi. A gestire i lavori sono la concessionaria Pedemontana e Pedelombarda, general contractor che si avvale anche di altre imprese per lo svolgimento die lavori.
Le fasi più impegnative riguardano, nei prossimi mesi, la gestione del traffico durante la demolizione dei cavalcavia esistenti che interesseranno la viabilità automobilistica e ferroviaria.

Clicca qui per le informazioni sullo stop alla linea ferroviaria Gallarate-Varese dal 28 luglio

Intervista all’ingegnere Mirco Agutoli, supervisore del lotto Tangenziale Varese per Pedemontana e che insieme al direttore di cantiere Claudio Fiumara e al capo cantiere Luciano Vermicelli, entrambi di Pedelombarda, dirigono i lavori.

Galleria fotografica

La tangenziale varesina di Pedemontana 4 di 33

Sul cavalcavia che attraversa la via Gallarate è già in costruzione la seconda corsia sulla quale verrà deviato il traffico per il periodo utile alla demolizione del cavalcavia esistente e alla ultimazione dell’intera carreggiata. Questo lavoro verrà fatto in piena estate nel mese d’agosto.

Il cavalcavia che sorpassa la linea ferroviaria verrà realizzato con le stesse caratteristiche: è in costruzione la prima corsia che sarà utile poi per la deviazione del traffico. I lavori del cantiere approfitteranno poi, a partire dalla fine di luglio, del blocco della linea ferroviaria per demolire il cavalcavia esistente e completare la carreggiata. Il lavoro, come spiega l’ingegnere Mirco Agutoli, supervisore del lotto tangenziale di Varese per Pedemontana, richiederà pochi giorni di lavoro (la linea ferroviaria rimarrà chiusa più a lungo per altri cantieri previsti lungo la tratta Varese-Milano).

Dopo il cavalcavia autostradale il tracciato entra nelle gallerie di Morazzone, prima sono solo state costruite le predisposizioni per le rampe C e D dello svincolo di Gazzada, che però è un progetto che attualmente è ancora in fase di approvazione.
Le gallerie, invece, si tuffano nella roccia nel territorio i Morazzone per sbucare poi a Lozza dove continua l’enorme cantiere di Pedemontana. I lavori di scavo sono attualmente al 60% dell’opera, mancano circa 900 metri in una galleria e 1000 nell’altra. Vengono scavati con l’ausilio delle mine che aiutano a spaccare la roccia, qui particolarmente dura e compatta. I materiali di scavo delle gallerie vengono triturati e reimpiegati direttamente per le altre costruzioni.

Sbucato nel territorio di Lozza il percorso dei lavori continua poi verso la prima galleria artificiale (quella del cimitero di Lozza) lunga circa 60 metri. Da lì la strada continua in trincea e rientra in una seconda galleria artificiale lunga circa 400 metri che sbuca all’altezza del Ponte di Vedano per collegare la tangenziale con la "tangenziale Vedano" esistente.

Da cronoprogramma a marzo 2014 è prevista l’ultimazione complessiva dei lavori.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Luglio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La tangenziale varesina di Pedemontana 4 di 33

Video

La Pedemontana varesina ha passato il giro di boa 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.