In Vespa sino a Chernobyl: nuova missione per Alessandro

Dopo aver recapitato le letterine dei binbi malati a Babbo Natale, Alessandro Pozzi sta preparando la prossima missione che lo porterà sino in Bielorussia

alessandro pozzi viaggio in vespa

Alessandro Pozzi è pronto a ripartire. Dopo il viaggio che, nell’agosto scorso, lo portò da Varese sino alla casa di Babbo Natale, ora sta organizzando la sua prossima missione: un viaggio sino a Chernobyl, sempre in sella a una Vespa.

Per questa missione in solitaria ha scelto un modello classe ’62 di nome Gaspare. La finalità sarà sempre benefica:  raccogliere fondi per la popolazione di Homel’ in Bielorussia fortemente colpita dalla strage di Chernobyl nel 1986 sostenendo l’associazione Help For Children Parma.

Alessandro Pozzi classe 1982 cittadino di Jerago con Orago è ora impegnato con i preparativi della motocicletta modello vnb3 color crema: il viaggio che lo attende lo porterà ad attraversare  Italia, Slovenia, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Moldavia, Romania, Bulgaria, Turchia, Serbia, Bosnia ed Erzegovina e Croazia, ben 14 stati per un totale di 8600 chilometri in 14 giorni.

Il motto di Alessandro per l’avventura di questo anno è il seguente: NIENTE REGOLE…SOLO ALTRUISMO!

« Questa spedizione sarà certamente ardua, soprattutto fisicamente perché ho calcolato di viaggiare con una media molto alta per questa 2 ruote, dalle 12 alle 15 ore al giorno»  racconta Alessandro che avrà anche il sostegno del comune di Sumirago e della Federazione Motociclistica Italiana.

La partenza è programmata dalla sede dell’associazione a Parma l’8 agosto.

Per informazioni e maggiori dettagli della spedizione:
alessandro.pozzi500@libero.it
Facebook: Un Viaggio per la Vita

Per aiutare l’associazione:
Help For Children Parma
Cariparma
IBAN: IT52R0623012709000057071087
www.helpforchildren.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore