Cuvio, la nuova biblioteca

Inaugurazione venerdì scorso: una biblioteca scolastica esclusiva per alunni e insegnanti

Avarie

I sogni si avverano ancora, sopratutto se un bel gruppo di persone ci mette impegno ed entusiasmo nel portare a termine un progetto. Il sogno di cui parliamo è l’idea che alcuni anni fa, era venuta ad alcuni genitori e maestre della Scuola Primaria “Mascioni” di
Cuvio: una biblioteca scolastica esclusiva per alunni e insegnanti.

Durante lo scorso anno scolastico, questo nobile intento è stato preso in seria considerazione e sono cosi’ iniziate le grandi manovre per renderlo realtà. Primo punto era reperire la materia prima, cioè i libri: si è fatto cosi un eccezionale passaparola tra tutte le famiglie del paese; il comune di Cuvio si è reso disponibile a concedere i propri uffici per farne un punto di raccolta e cosi’, grazie alla grande generosità dei cuviesi, sono cosi stati recuperati oltre 1600 libri. Alcune mamme, con pazienza certosina li hanno revisionati e catalogati mentre i papà pulivano e intonacavano il locale destinato ad essere biblioteca.

Servivano anche gli scaffali per riporli e l’intervento della Pro Loco di Cuvio, con la donazione della struttura in legno risolveva anche questo problema. Anche l’associazione “Giovani dentro” e la locale sezione alpini hanno contribuito con aiuti economici a portare a termine questo fantastico sogno.

Venerdì 21 febbraio si è tenuta l’inaugurazione ed è stata la maestra Roberta Tagliati, anima e regista di tutto quanto fatto fin dall’inizio, a illustrare tutto il percorso, dalla nascita alla sua realizzazione, dal sogno alla realtà di questo nuovo importante servizio che la scuola di Cuvio ora puo’ vantare. A questa circostanza non potevano mancare le autorità coinvolte nell’iniziativa a partire dalla dirigente d’istituto Prof. Emanuela Sonzini, al Sindaco di Cuvio, dott. Enzo Benedusi, alla Presidente della Pro loco di Cuvio, sig. Giovanna Mutterle e alla sig. Elda Moia, presidente di “Giovani dentro”, tutti particolarmente contenti della nuova opportunità culturale ma sopratutto, come espresso dalla prof. Sonzini, di come è stata realizzata: con il tanto impegno, entusiasmo, ma sopratutto gioia di insegnanti e genitori.

Anche i ragazzi hanno avuto il loro importante compito: realizzare un disegno che diventasse il logo della biblioteca; numerosi i partecipanti che una giuria di qualità composta dalla docente di arte della scuola secondaria Stefania Colonna Preti e dall’artista Luca Bracchetti ha attentamente selezionato e scelto. La scuola primaria di Cuvio fa cosi’ un altro passo avanti: dopo la nomina a Green School nello scorso anno scolastico, ora anche questo nuovo servizio di qualità culturale per indurre i ragazzi alla lettura, il sesto senso come diceva il poeta Gianni Rodari: alimento che accresce la mente come il cibo sviluppa muscoli e
ossa.

E come le fiabe, fu cosi’ che impegno, arte, entusiasmo, cultura, generosità diedero la mano alla gioia e tramutarono i sogni in realtà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore