Corsa a quattro per le elezioni comunali a Luino

Artoni, Bianchi, Casali e Compagnoni i quattro candidati in ordine alfabetico. Tre sono espressione politica del centrodestra e uno del centrosinistra

boldini luino

Sorprese e non da poco a Luino. Al momento per le prossime elezioni amministrative ci saranno quattro candidati sindaco, Furio Artoni, Enrico Bianchi, Alessandro Casali e Franco Compagnoni, e altrettante liste. Ricordiamo che la cittadina del Verbano è sotto 15mila abitanti e quindi avrà un turno unico di voto il 20 e 21 settembre prossimo.

La città vive forti dinamiche politiche, almeno nel campo del centrodestra dove si è consumata una profonda frattura tra la Lega e le altre forze alleate. L’attuale sindaco Andrea Pellicini ha un ruolo centrale nella vicenda tanto da dichiarare apertamente la sua candidatura come capolista nella lista  che vede Compagnoni come suo successore.

La situazione è diversa nell’altro campo. Enrico Bianchi si presenta con una lista civica che è vicina al centrosinistra. Al momento non è ancora certa la posizione degli attivisti del Movimento cinque stelle.

FURIO ARTONI

Il primo a rompere gli indugi è stato Furio Artoni con la lista Azione civica. La sua candidatura è maturata nella galassia del mondo civico che fa riferimento a diverse componenti, in parte già oggi rappresentate in consiglio comunale: c’è per esempio il nome di Pietro Agostinelli in lista con lui, attualmente consigliere di minoranza eletto cinque anni fa con il Min (Movimento Italia nazione).

Luino, scende in campo Furio Artoni candidato sindaco dell’area civica

ENRICO BIANCHI

Enrico Bianchi è il candidato sindaco della lista Proposta per Luino. La compagine non ha bandiere di partito ed è eterogenea anche se il riferimento politico è all’area del centrosinistra. Bianchi è nato a Luino da genitori che arrivavano dal lago Maggiore, Caldè e Laveno. Ha 62 anni, tre figli tutti universitari: Alessandro di 23 anni, le gemelle Giulia e Beatrice di 22. Farmacista con un passato nelle aziende farmaceutiche con diversi ruoli.

“Ai nostri candidati non chiediamo da dove arrivano ma dove vogliono andare”

ALESSANDRO CASALI

L’attuale vice sindaco proposto dalla Lega è sostenuto da Lombardia ideale e Civici.  Davide Cataldo, responsabile della Lega ha motivato la scelta. “Non ci interessa far parte di queste polemiche, (riferendosi alle relazioni tra i partiti del centrodestra, ndr) stiamo lavorando ad un progetto ambizioso e innovativo che farà davvero bene alla Città ed ai suoi cittadini, con uomini della società civile luinese che come noi hanno voglia di lavorare a testa bassa e basta”.

La Lega di Luino tira dritto con Casali. Cataldo: “Unità del centrodestra? La porta è aperta”

FRANCO COMPAGNONI

Franco Compagnoni è un volto molto noto a Luino e non solo. Medico ospedaliero ha una passione per la politica. Vicino alla Lega si candidò cinque anni fa con una lista del centrosinistra perdendo contro Pellicini. Lo stesso che ha lavorato per candidarlo alla sua successiva. Le segreterie cittadine di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Noi per l’Italia hanno deciso di candidare a sindaco Franco Compagnoni, storico medico dell’Ospedale di Luino. «Prendiamo atto – sottolineano Mario Contini (Fdi) e Piero Carletti (Forza Italia) – dell’incredibile decisione della Lega di correre da sola alle prossime elezioni comunali, non rispettando un accordo scritto che impegnava all’unità del centrodestra e non raccogliendo neppure il successivo appello ad un ripensamento rispetto a tale posizione».

Compagnoni ringrazia commosso e manda un messaggio alla Lega

TUTTE LE INFORMAZIONI ELETTORALI LE TROVATE

Su Varesenews, su Verbanonews e sullo speciale elettorale

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 27 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.