Muore cadendo dal balcone di casa

L’uomo secondo i rilievi dei carabinieri sarebbe scivolato mentre era seduto su di una panchina. Inutile la corsa del 118

Ambulanza

Distrazione o fatalità: non c’è altro nella tremenda fine di un uomo di 58 anni, B.U., in un tranquillo pomeriggio di caldo sulle alture fra Luinese e Valcuvia.

Il fatto è avvenuto nel terrazzo al primo piano di una casa in via Zamaroni, lungo la strada che si prende dalla provinciale 11 e che porta in paese.

Una zona residenziale con case d’epoca e acciottolato.

Sta di fatto che l’uomo, che si trovava nella propria abitazione, era appoggiato ad una panchina, sembra in plastica, quando questa ha ceduto facendogli perdere l’equilibrio.

Il povero cinquantottenne è così caduto da un’altezza di tre metri ed è morto sul colpo. Subito sono stati chiamati i soccorsi, ma all’arrivo del 118 on c’era più nulla da fare: morto sul colpo.

Della vicenda si stanno occupando i carabinieri della stazione di Cuvio, anche se appare certa l’assenza di responsabilità di terzi: il fatto sarebbe da ascriversi nelle tragiche fatalità della vita.

È il secondo caso, nel giro di pochissimi giorni che una persona muore precipitando per una fatalità dalla propria abitazione: si ricorderà la tragedia di via Sorrisole a Masnago, Varese quando trovò la morte Giulio Daverio di 78 precipitato dal quinto piano mentre puliva le tapparelle. Era il 29 settembre scorso.

di
Pubblicato il 13 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore