“Assessori esterni al paese? Abbiamo scelto la competenza”

Il nuovo sindaco Dall'Osto replica agli attacchi della minoranza: "I nomi in giunta decisi da tutto il gruppo"

Consiglio comunale Brunello 2019

«Se devo rispondere agli attacchi, di certo non lo farò su facebook. Parliamo guardandoci in faccia e magari in Comune: è lì che si cambiano davvero le cose». Primi giorni da sindaco per Andrea Dall’Osto e prime scaramucce post elettorali.

Dall’Osto è stato attaccato dalla minoranza per la scelta di affidare gli assessorati a persone”esterne” al paese e per aver tenuto per sé un solo incarico, quello relativo alla gestione della polizia locale; scrive Giuseppe Ghiringhelli, consigliere di minoranza, su facebook :«Mi dispiace che la carica più alta, il sindaco, quella che quindi si deve portare la responsabilità di tutto dopo 10 anni di esperienza di consigli comunali, di conoscenza di scelte, delibere e problemi, si sia preso invece quelle più leggere lasciando ad altri quelle più pesanti, quelle le cui scelte vanno ad incidere sul futuro del paese. Il ‘capo’ vero è chi si assume le responsabilità e che ne risponde sempre davanti alla comunità, non per forza chi sta più in alto».

E ancora: «Ricordo poi con un sorriso uno scambio di opinioni con Marco Ballerio in merito ad una “fusione” con Azzate: se guardo la composizione della giunta, ciò che non voleva assolutamente passasse dalla porta (essere governati dagli azzatesi) rischia invece di succedere per la via della finestra: intanto iniziamo ora con l’assessore al bilancio…»

Dall’Osto risponde a Ghiringhelli su questo ed altri appunti mossi alla sua giunta: «La decisione di nominare Jacopo Ghiringhelli assessore al Bilancio è stata presa da tutto il gruppo. Ha competenze e riteniamo che possa darci una mano, così come gli altri che hanno incarichi e lavoreranno al fianco della giunta pur non vivendo a Brunello. Si può governare senza problemi anche abitando in un altro paese, basta essere attenti e partecipare alla vita amministrativa; dovrebbe saperlo bene l’ ex sindaco Giuseppe Ghiringhelli che ha vissuto a lungo a Parabiago pur ricoprendo il ruolo di primo cittadino».

«Quanto poi alla distribuzione delle deleghe lo dico senza problemi: l’assessorato e gli incarichi ruoteranno all’interno della giunta. Sono certo che se mi fossi tenuto le mansioni più importanti mi avrebbero dato dell’accentratore»

«Sul fatto che Jole Del Piero, della nostra lista, abbia ceduto il posto a Jonathan Avena, non ci vediamo nulla di male. Ha una funzione importante all’interno del centro anziani: senza di lei sarebbe mancato il ruolo di coordinamento.  Gli stessi frequentatori del centro, una ventina, hanno chiesto che Jole restasse, e li abbiamo accontentati».

«Adesso però vorremmo cominciare a lavorare sul serio – conclude Dall’Osto -. Il passeggio di consegne non è stato semplice: ci hanno dato le chiavi e le password per entrare nel computer del Comune e niente di più. Nessun problema: io non ce l’ho con nessuno. Tiriamo una riga e andiamo avanti»

Primo consiglio ed è subito “valzer” di poltrone

di
Pubblicato il 19 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore