Uyba – Kazan a Maribor, ma Busto chiede il rinvio

La CEV ha messo in calendario la partita di coppa per l'11 marzo nella città slovena, ma il club biancorosso chiede di sospendere la decisione

Uyba - Imoco, la finale di Coppa Italia

Non si placano le discussioni per la disputa della partita di pallavolo – valida per la CEV Cup – tra Unet E-Work Busto Arsizio e Dinamo Kazan, gara valida per il ritorno dei quarti di finale dopo che la formazione russa ha vinto l’andata con il punteggio di 3-0.

La CEV – la Confederazione Europea di Pallavolo che sovraintende alla manifestazione – aveva inizialmente messo in calendario il match al PalaYamamay per il prossimo 11 marzo ma, visto l’evolversi dell’emergenza coronavirus, ha deciso di mantenere la data inalterata ma di cambiare sede di gioco.

La partita è quindi stata posizionata a Maribor, in Slovenia, città non lontana dal confine italiano in una zona – l’estremo Est del nostro Paese – dove l’epidemia è ancora molto contenuta. Una decisione che l’Uyba Volley ha contestato con una lettera firmata dal presidente Giuseppe Pirola, nella quale è riportata la preoccupazione di dover viaggiare all’interno dell’Italia a causa dell’acuirsi dell’emergenza.

«Impossibile pensare oggi a spostamenti, viaggi aerei, soggiorni in alberghi e competizioni che metterebbero ancora più a rischio l’incolumità di atlete e staff» scrive la dirigenza biancorossa, anche se in questo momento è difficile capire se ci sono alternative, al di là di uno slittamento a data da destinarsi. Il problema delle coppe europee si sta ripercuotendo in molti sport: in Italia moltissimi campionati anche di primo e secondo livello si sono fermati (la stessa pallavolo femminile, il basket, l’hockey su ghiaccio per restare alle squadre della nostra provincia) ma le competizioni internazionali per il momento proseguono. Fino a quando, non si sa.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 09 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.