Settantasette nuovi positivi: uno a Varese. Tre province con zero contagi

Nelle ultimi 24 ore sono stati registrati 77 nuovi casi di cui 15 a seguito di test sierologico e 16 considerati “lievemente positivi”. Due i ricoveri in più in terapia intensiva e 8 decessi

coronavirus foto generiche vario varie

Settantasette nuovi casi, con due ricoveri in terapia intensive e 8 decessi. Sono i dati che fotografano l’andamento dell’epidemia delle ultime 24 ore.

Tra i nuovi contagi, si registrano , però, 15 positivi in seguito a test sierologici e 16 considerati “lievemente positivi” cioè con una carica virale ritenuta non pericolosa.
Nuovo aumento, dopo quello di ieri, dei pazienti ricoverati in condizioni gravi e sottoposti a cure intense.

Tra le buone notizie, aumenta il numero dei guariti,  277 registrati oggi, che portano a 68.199 il totale delle persone che hanno superato l’infezione, mentre i dimessi sono 2098.
Restano ricoverate nei reparti ospedalieri ( non di terapia intensiva) 160 persone.

Come ogni giorno il report completo riguardante la Lombardia e tutte le altre Regioni è disponibile dalle ore 18 sul sito www.salute.gov.it/nuovocoronavirus.

I dati di oggi:
• i tamponi effettuati: 9.545, totale complessivo: 1.142.932;
• i nuovi casi positivi: 77 (di cui 15 a seguito di test
sierologici e 16 ‘debolmente positivi’);
• i guariti/dimessi: 70.297 (+277) di cui 68.199 guariti e 2.098 dimessi;
• in terapia intensiva: 31 (+2);
• i ricoverati non in terapia intensiva: 160 (-13)
• i decessi: 8, totale complessivo: 16.748;

I nuovi casi per provincia ( un contagiato non è residente in Lombardia)
• Milano: 6, di cui a Milano città: 5;
• Bergamo: 21;
• Brescia: 6;
• Como: 1;
• Cremona: 6;
• Lecco: 1;
• Lodi: 0;
• Mantova: 27;
• Monza e Brianza: 7;
• Pavia: 0;
• Sondrio: 0;
• Varese: 1.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto Rigoni

    Bene bene, fatti i conti, in base ai dati della Johns Hopkins University (https://coronavirus.jhu.edu/map.html) risulta che noi Italiani, che tanto ci vantiamo della nostra bravura, siamo tra i peggiori al mondo e ci sentiamo eroi!.
    I conti sono questi, invito chiunque a farseli da solo.

    La mortalita’ in Italia e’ del 14,39%, in Israele dello 0,94%,in USA del 4,15%, in Svezia del 7,37%, in Peru’ del 3,62%
    La formula usata e’ molto semplice: casi confermati : numero dei morti = 100 : X
    X dove “x” e’ la mortalità’, cioe’ la percentuale di decessi in rapporto ai casi confermati.
    X = numero dei morti x 100 / casi confermati.

    Fate i conti anche per le altre nazioni! Questi “governanti” ci stanno prendendo per i fondelli! SVEGLIA GENTE!!!

    1. Scritto da Felice

      Invito a prendere visione anche di questo link:
      https://www.worldometers.info/coronavirus/
      e di ordinare in base alla colonna “Deaths/1M”, morti su di 1 milione di popolazione.
      Ovviamente il calcolo della mortalità è dipendente da quanti tamponi si fanno. Tutti noi sappiamo benissimo che alcuni paesi hanno mantenuto basso questo indice per non “sfigurare” nelle statistiche.

      1. Scritto da Roberto Rigoni

        Hai ragione, siamo da bocciare ma diamo la pagella negativa agli altri.

        ……. e il Conte si vanta che passera’ alla storia. Gia’, come il peggiore di sempre!

        1. Scritto da Bustocco-71

          Peggiore di che??? Mah…

Segnala Errore