La giunta di Busto Arsizio approva la manovra anti-pandemia

Nel dettaglio tutte le risorse aggiuntive destinate ai vari settori: dai servizi sociali alla sicurezza, dal commercio alle opere pubbliche

Nuovi parcheggi davanti al comune di Busto

La giunta di Busto Arsizio ha licenziato ieri, lunedì, la variazione di bilancio che sarà sottoposta all’approvazione del consiglio comunale in programma per il 25 maggio.

La variazione è parte integrante della manovra che l’Amministrazione ha varato a sostegno di cittadini e imprese danneggiati dall’epidemia: venerdì è stata approvata la prima tranche con gli indirizzi per le modalità di occupazione del suolo pubblico che permetteranno ai titolari di bar e ristoranti di rispettare i protocolli di sicurezza senza rinunciare ai posti a disposizione dei clienti, la gratuità della sosta nei giorni di sabato dal 23 maggio al 13 giugno, le linee guida per l’attivazione di un servizio di monopattini elettrici in sharing.

“Si tratta di interventi che hanno riflessi economici importanti per il Comune che ha deciso anche in assenza di conferme del sostegno economico del Governo, facendo leva su un bilancio con conti in ordine e nonostante sia stato approvato ancor prima dell’emergenza sanitaria” afferma l’assessore al Bilancio Paola Magugliani.

Con la deliberazione di ieri, un milione e quattrocentomila Euro circa saranno messi a disposizione delle famiglie in difficoltà economica a causa dell’epidemia.

RISORSE PER I SERVIZI SOCIALI

sostegno alle attività estive per minori: 130.923 Euro
sostegno alle famiglie in difficoltà economica: 383.559 Euro, di cui finanziati con avanzo di amministrazione vincolato 188.559 Euro
solidarietà affitti a fronte emergenza COVID – 19: 665.572 Euro, finanziati con l’applicazione di avanzo di amministrazione vincolato.

L’Amministrazione ha anche deciso altri interventi in ausilio a tutti coloro che sono in difficoltà a causa dell’emergenza, integrando con nuove risorse il Fondo Regionale Povertà, il Fondo non autosufficienze, il progetto della Rete Antiviolenza, gli importi per il servizio di orientamento ed accompagnamento e il sostegno alla disabilità e alle persone anziane.

SANIFICAZIONE E SICUREZZA

Sono inoltre stati previsti 71.936 Euro, finanziati con contributo del Ministero dell’Interno, per le spese di sanificazione e disinfezione degli uffici, degli ambienti e dei mezzi del Comune, e 5.000 Euro, sempre finanziati con contributo del Ministero dell’Interno, per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale per il personale della Polizia locale.

TOSAP

Per l’annullamento della Tassa Occupazione Suolo Pubblico (T.O.S.A.P.) sono stati previsti 88.000 Euro sia per le attività di somministrazione di cibo e bevande che avranno la necessità di aumentare i coperti all’esterno, sia per le attività che hanno già effettuato il pagamento per i dehors, ma non hanno potuto usufruirne nel periodo del lockdown, per tutto il 2020.

Le risorse destinate per far fronte all’emergenza sanitaria ammontano, quindi, a complessivi 1.384.991 Euro, di cui 1.268.055 finanziati con risorse dell’ente, 76.936,54 Euro finanziati con trasferimenti del Ministero dell’Interno e 40.000 Euro quale adeguamento dello stanziamento di bilancio per le donazioni per solidarietà alimentare. A oggi, grazie alla generosità dei bustocchi, sono pervenute donazioni per 28.260 Euro.

OPERE PUBBLICHE

In riferimento al contributo di 1.000.000 Euro arrivato dalla Regione Lombardia (D.G.R. 3113 del 05.05.2020) e destinato al finanziamento di lavori pubblici, è stata predisposta una variante al Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2020-2022 che prevede la destinazione di metà del contributo per i lavori di manutenzione straordinaria per l’adeguamento sismico-antincendio delle scuole Tommaseo e dell’altra metà per la manutenzione straordinaria della palazzina adiacente al Palariosto, che ospita l’ASSB e varie società sportive.

“Per il primo intervento, del valore complessivo di 2.392.000 Euro, si raggiunge il duplice obiettivo di aggiungere 650.000 Euro ed alleggerire il mutuo previsto. La seconda ristrutturazione, del costo di 650.000 Euro, viene invece inserita nel piano ex novo” conclude l’assessore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore