Quantcast

Il momento della Lega, Casali in pole position

Contatti continui e frequenti con le altre componenti del Centrodestra. Il Carroccio vuole un suo uomo alla guida della città

Avarie

Continui e frequenti contatti a livello locale, di segreteria provinciale e anche in ambienti di peso nel partito che guarda con interesse al ruolo del Carroccio nell’ultimo lembo di terra prima della Svizzera, Luino.

Per il momento manca solo l’ufficialità ma fonti vicine alla stanza dei bottoni leghista danno per imminente la candidatura di Alessandro Casali a sindaco di Luino.

La Lega vuole contare di più sui tavoli dell’Alto Varesotto e dopo aver incassato la presidenza della Comunità Montana con Simone Castoldi il movimento di Salvini vuole fare l’en plein con Alessandro Casali. 

Non che il nome del vice sindaco Casali sia il coniglio fuoriuscito dal cilindro: da mesi le voci più insistenti lo davano come papabile. 

Ma ora nell’ultima settimana si è assistito ad una accelerazione di passo, con recenti e frequenti incontri coi compagni di viaggio del centrodestra, Fratelli d’Italia in primis, movimento di cui il sindaco in carica Andrea Pellicini è forte espressione locale e per il quale la Lega ha manifestato apprezzamento.

Sembra dunque che la campanella per Casali sia ora suonata per davvero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore