Troppi genitori sugli spalti, arriva la polizia locale

Un ritardo ha causato un sovraffollamento nella palestra dove erano in corso alcune gare. Ed è arrivata la Polizia Locale a "sgomberare" gli spalti

La palestra di Buguggiate

«Mamma, papà, mi venite a vedere?» devono averlo ripetuto un po’ troppo spesso i piccoli atleti che domenica pomeriggio si sono sfidati nella palestra di Buguggiate al punto che di mamme e papà sugli spalti ce n’erano molti. Anzi, troppi.

Galleria fotografica

La palestra di Buguggiate 4 di 4

Sul parquet della palestra di via IV Novembre erano in corso le gare di ginnastica artistica del campionato silver FGI quando, ad un certo punto, gli spalti della struttura erano davvero stipati di gente. Il motivo, ricostruito dal sindaco Cristina Galimberti, è dovuto ad un ritardo tra una premiazione e l’avvio delle gare successive. Così all’interno della struttura c’erano sia i parenti dei ragazzi delle gare precedenti che quelli dei giovani che si dovevano ancora esibire.

Il risultato? Un palazzetto gremito, pieno ben oltre della capacità massima della struttura. Così la Polizia Locale, con il supporto della protezione civile, non ha potuto fare altro che allontanare parte dei presenti. Una procedura che ha causato una sospensione di circa mezzora della manifestazione, che poi è ripresa con regolarità. E sempre con tantissimi genitori e parenti sugli spalti.

di
Pubblicato il 26 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La palestra di Buguggiate 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.