Palaghiaccio: il Comune mette 600 mila euro per il progetto

Dopo l’annuncio, ancora informale, dell’aggiudicazione del bando nazionale per sport e periferie, la giunta ha approvato nella seduta del 18 ottobre 600mila euro per il progetto esecutivo

Comune di Varese - Giunta

Per la ristrutturazione del Palaghiaccio il comune mette a disposizione 600 mila euro per “portarsi avanti” col progetto.

Dopo l’annuncio, ancora informale, dell’aggiudicazione del bando nazionale per sport e periferie, la giunta ha approvato nella seduta del 18 ottobre 600mila euro per realizzare il progetto esecutivo, così da poter essere già pronti quando i soldi in arrivo dal Governo diventano disponibili.

«Recentemente abbiamo appreso dalla stampa, ma speriamo che le notizie siano confermate dai fatti, della nostra aggiudicazione del bando – ha spiegato il sindaco Galimberti – E, anche in forza della candidatura di Varese, ad appoggio della candidatura di Milano e Cortina per i giochi olimpici invernali vogliamo che sia pronto per le attività di supporto all’attività olimpica, come ad esempio gli allenamenti delle varie s quadre. In realtà però vorremmo sfruttare dei giochi olimpici e dell’attenzione allo sport in queste zone per avviare una progettazioni che migliori le attività delle tante realtà che già qui sono operative».

«La determinazione con cui abbiamo lavorato in questi due anni per ottenere le risorse per il Palaghiaccio oggi vengono premiati dal Governo e dalla sinergia delle istituzioni – ha concluso il sindaco Galimberti – Stiamo mettendo nella condizione di partire una nuova opera di rilancio di uno dei più importanti impianti sportivi di Varese e dell’intera provincia. Oggi, grazie a questa nuova sfida, Varese è ufficialmente al lavoro per offrire un impianto di valore internazionale per suddividere insieme al nostro capoluogo regionale le gare sul ghiaccio delle Olimpiadi invernali 2026».

Due milioni per il Palaghiaccio, i documenti sul tavolo della Presidenza del Consiglio

Le somme saranno ricavate dalla vendita di azioni A2A. In questo momento il comune di Varese è proprietario di azioni per un ammontare intorno ai 14-16milioni di euro.

«Resta comunque intatta la struttura patrimoniale dell’ente, essendo entrambi investimenti strutturali: si passerà da un investimento in azioni a un investimento in opere –  ha precisato l’assessore al bilancio Cristina Buzzetti, che ha aggiunto: Il prossimo passo è quello di procedere con la realizzazione di un progetto esecutivo da parte di professionisti che verranno individuati attraverso un bando pubblico. Per fare questo abbiamo deciso di portare nel prossimo Consiglio comunale una delibera che ci consentirà di reperire circa i 600 mila euro, che inseriremo nelle prossime variazioni al Dup e al Bilancio 2018 – 2019»

Le risorse che l’amministrazione intende reperire in questa fase serviranno per avviare il percorso della progettazione fino alla fase esecutiva: «Questo impianto sportivo, che da decenni aspetta una riqualificazione, è di grande importanza – ha detto l’assessore allo Sport Dino de Simone – non solo a livello cittadino ma per tutto il territorio. Un luogo che non può più attendere altri anni in attesa di un intervento, nell’interesse della città e degli sportivi nazionali e internazionali che lo frequentano. Il nostro obiettivo è quello di far partire i lavori entro l’anno prossimo».

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore