Viabilità, «presto statale bloccata anche sotto al ponte della ferrovia»

Oltre ai cantieri sulla 394 fra Colmegna e Maccagno, Rete Ferroviaria Italiana ha contattato le amministrazioni per annunciare un intervento che bloccherebbe la strada per 45 giorni

Avarie

A nord il cantiere sulla statale 394, che apre giovedì 17. A sud quello sul ponte della ferrovia, all’imbocco di viale Dante Alighieri, dove qualche tempo fa utenti della strada segnalarono la caduta di alcuni calcinacci: il Comune di Luino scrisse alle ferrovie e ora inizieranno, sembra entro fine mese, i lavori «che comporteranno la chiusura totale della statale 394», spiega l’assessore ai trasporti di Luino Alessandra Miglio, che conferma dell’avviso di contatti fra Rfi e gli uffici tecnici del comune nei giorni scorsi.

Una situazione che potrebbe diventare problematica rispetto al traffico da e verso la città, cioè, nelle ore di punta per i frontalieri, da e verso la Svizzera.

«Siamo preoccupati all’appesantimento del traffico per una doppia chiusura, sulla lacuale, e completa all’altezza del ponte – spiega Alessandra Miglio – . L’idea è di interfacciarci con Germignaga e con le forze dell’ordine. Il sindaco ha scritto anche al prefetto per chiedere di farsi carico di questa questione complicata. Inizio dei lavori è in discussione ma probabilmente per la fine del mese: dobbiamo capire come meglio procedere».

Dello stesso avviso anche il sindaco di Germignaga Marco Fazio, che vedrebbe il suo comune uno dei due punti di sfogo delle auto (l’altro sarebbe la via Don Folli che va verso l’ospedale, dopo il ponte sul Tresa).

«Credo che se si analizza bene il traffico con adeguata segnalazione si potrebbe limitare il disagio – spiega Fazio – . Va fatto uno studio attento per valutare le contromisure, e una di queste potrebbe essere di implementare la strada del Cucco (cioè quella che arriva dalla Valcuvia e sbuca a Voldomino, parallela al Margorabbia). Luino questa volta è stata velocissima nell’avvisarci e nell’interfacciarci. Bisogna capire ora con Rfi come concordare l’inizio dei lavori».

Nei prossimi giorni sono in programma incontri tecnici per arrivare a questo obiettivo. I lavori potrebbero durare circa 45 giorni.

di
Pubblicato il 16 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore